Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE C/C – “Chi non salta è un barese”: indagine della Procura federale sul Taranto: il Giudice sportivo della 12ª

Dopo la gara Taranto-Potenza di domenica, la Procura Federale ha chiesto un approfondimento perché i calciatori ionici hanno intonato, insieme ai tifosi, il coro “Chi non salta è un barese”. Oltre a tutto ciò, la società rossoblù ha rimediato un’ulteriore ammenda. Le decisioni del Giudice Sportivo dopo le gare della dodicesima giornata del Girone C di Serie C

GARA TARANTO / POTENZA DEL 30.10.2021 – Questo Giudice Sportivo, letta la relazione redatta dai componenti la Procura Federale concernente quanto accaduto al termine della gara allorquando i calciatori del Taranto si sono avvicinati ai loro sostenitori nei pressi della curva nord dello stadio, osserva quanto segue.
La fattispecie normativa richiamata nella relazione in oggetto e la descrizione dei fatti ivi contenuta rendono opportuno disporre ulteriori accertamenti a cura della Procura federale in ordine:
1. alla specificazione ancora più puntuale dei comportamenti dei tifosi tenuta nell’occasione e che ha indotto i calciatori a rimanere presso la curva nord;
2. alla specifica individuazione dei Calciatori del Taranto che si sono trattenuti vicino alla curva nord e che hanno intonato il coro descritto nella relazione;
3. alla presenza dello SLO del Taranto fin dal momento inziale dei fatti in esame e al comportamento tenuto dallo stesso, acquisendone le relative dichiarazioni;
4. alla eventuale interlocuzione dello SLO con altri Soggetti istituzionali;
5. ad ogni ulteriore circostanza utile ai fini di una più completa ricostruzione della vicenda.

Invita la Procura ad espletare e a trasmettere a questo Ufficio i suddetti accertamenti entro il termine di giorni trenta a far data dalla pubblicazione del presente comunicato.

CALCIATORI – Due giornate per Stefano Amadio (Latina); una giornata per Agostino Rizzo (Avellino), Massimiliano Doda (Palermo), Alberto Dossena (Avellino), Luca Martinelli (Catanzaro), Christian Barberini (Latina), Daniele Sarzi Puttini (ACR Messina), Emanuele Pio Adamo (Monterosi Tuscia)

ALLENATORI/STAFF TECNICO –  Una giornata per Pasquale Visconti (Catanzaro, per avere tenuto un comportamento non corretto, proferendo nei confronti di un dirigente della società avversaria parole minacciose), Ammenda di 1.000 euro per Domenico De Simone (Avellino, per aver pronunciato un’espressione blasfema)

DIRIGENTI – Inibizione sino al 09.11.2021 Salvatore D’Alesio (Fidelis Andria, per avere tenuto una condotta irriguardosa nei confronti dell’arbitro); sino al 31.12.2021 Diego Foresti (Catanzaro, per avere tenuto un comportamento non corretto prendendo posto per tutta la durata della gara sulla panchina), Ciro Polito (Bari, per avere tenuto un comportamento non corretto accedendo e trattenendosi  in un’area dell’impianto sportivo al cui accesso non era legittimato), Salvatore Caiata (per avere tenuto un comportamento non corretto prendendo posto per tutta la durata della gara sulla panchina).

MEDICI – Due giornate per Roberto Matracia (Palermo, per avere tenuto un comportamento non corretto nei confronti di un calciatore avversario)

AMMENDE – 2000 euro al Taranto (per avere i suoi sostenitori intonato cori offensivi e denigratori per motivi di origine territoriale nei confronti della città di Bari; intonato cori oltraggiosi nei confronti delle Forze dell’Ordine e delle Istituzioni; per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori, consistiti nell’avere lanciato una bottiglietta formato mignon di vetro; per avere i suoi raccattapalle ritardato la ripresa del gioco); 1000 euro all’Avellino (per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori consistiti nell’avere lanciato un fumogeno), al Foggia (per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori consistiti nell’avere lanciato una bottiglietta di acqua), alla Turris (per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori consistiti nell’avere lanciato due bicchieri)