Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE B – Lecce corsaro a Venezia una sola volta: i precedenti e le designazioni della 29ª

Domani alle ore 17 è in programma il match-clou della 29esima di Serie B. Di fronte, Venezia e Lecce, le due squadre più in forma del torneo. Dati alla mano, i lagunari comandano la classifica delle ultime dieci giornate con 21 punti racimolati, davanti a Reggina (19) e Lecce 17; se si considerano le ultime cinque partite, invece, tale mini classifica è comandata dal Lecce con 11 punti, davanti a Brescia e Reggina con 10. Il Venezia di Paolo Zanetti è forse la squadra che più ha impressionato, tra quelle che sono passate dal Via del Mare, insieme all’Empoli. All’andata i giallorossi furono messi a dura prova da una squadra dinamica, corta, tecnica e veloce che merita, senza dubbio, l’altissima classifica che ha. Il 5 dicembre scorso fu un 2-2 ricco di emozioni, siglato dalle reti di Mancosu, dalla doppietta di Forte, che aveva ribaltato il risultato, poi riacciuffato da Coda a 13 dalla fine.

Pochi ma mirati gli interventi della compagine veneta in fase di mercato invernale, con l’innesto di Sebastiano Esposito su tutti che ha preso il posto lasciato libero da Capello, andato verso Chiavari. Una squadra che, per il suo modo di giocare, è più portata ad ottenere risultati in trasferta che in casa, dove ha già perso in quattro occasioni (contro Frosinone, Monza, Salernitana e Brescia). Il reparto difensivo è uno dei fiori all’occhiello dell’undici di Paolo Zanetti, la terza miglior difesa della Serie B con 26 gol subiti, di fronte ai “soli” 36 segnati.

Sarà una gara molto difficile per Coda e compagni che avranno di fronte una squadra decisamente rammaricata e frustrata dal pareggio di Ascoli di sabato, arrivato dopo aver costruito e fallito decine di occasioni da gol.

I precedenti in Laguna sono decisamente di marca veneta con sette vittorie locali contro l’unico successo salentino (cinque i pareggi) che risale al torneo di Serie B 1996-97 (settembre 1996, 0-1, autorete di Benetti). Ancora più datata l’ultima vittoria veneziana che fu registrata nel giugno 1995 (2-1, reti di Cerbone, Pittana e, per il Lecce, Notaristefano). (dati wlecce.it).

Arbitrerà Gianluca Ayroldi della sezione di Molfetta.

La decima di ritorno si aprirà questa sera con lo scontro diretto playoff tra Pisa e Spal.

Il programma e le designazioni:

lun. ore 21

Pisa-Spal: Antonio Giua di Olbia (Schirru-Berti; Ghersini)

mar. ore 16

V. Entella-Cremonese: Luca Massimi di Termoli (Muto-Dei Giudici; Santoro)

mar. ore 17

Cosenza-LR Vicenza: Antonio Di Martino di Teramo (Imperiale-Baccini; Marchetti)

Venezia-Lecce: Giovanni Ayroldi di Molfetta (Palermo-Perrotti; Sozza)

mar. ore 19

Brescia-Reggina: Francesco Meraviglia di Pistoia (Galetto-Capaldo; Maggioni)

Chievo-Frosinone: Livio Marinelli di Tivoli (Mokhtar-Yoshikawa; Abbattista)

Cittadella-Salernitana: Gianluca Manganiello di Pinerolo (Avalos-Nuzzi; Volpi)

Empoli-Pordenone: Federico La Penna di Roma 1 (Del Giovane-Marchi; Paterna)

Monza-Reggiana: Ivano Pezzuto di Lecce (Lanotte-Massara; Illuzzi)

mar. ore 21

Pescara-Ascoli: Marco Di Bello di Brindisi (Mastrodonato-Fiore; Amabile)


CLASSIFICA: Empoli 53 – Monza e Salernitana 47 – Lecce e Venezia 46 – Cittadella 44 – Chievo e Spal 42 – Pisa e Frosinone 37 – Brescia e Reggina 36 – Pordenone e LR Vicenza 34 – Cremonese 32 – Reggiana 28 – Cosenza 27 – Ascoli 24 – Pescara 23 – V. Entella 21.

(foto: ©SalentoSport/Coribello)