Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE B – Caos campionato, pronti… si parte! Anzi no

Continuano le sciabolate (e, in questo caso, non ce ne voglia il buon Sandro Piccinini, non sono per niente “morbide”) tra Assocalciatori e Lega di Serie B sul tema ripescaggi.

La prima, nell’odierna assemblea tenutasi a Roma, alla presenza della maggioranza delle squadre, ha proclamato lo stato d’agitazione chiedendo al Commissario Straordinario e alla Lega di Serie B il rinvio delle prime due giornate di campionato in attesa del pronunciamento del Collegio di Garanzia sulle istanze di ripescaggio. Questo anche alla luce della dichiarazione da far sottoscrivere ai capitani, inviata dalla Lega Serie B a tutte le società, mirata a evitare lo sciopero.

In ballo ci sono sei società: Novara e Catania ma anche Ternana, Pro Vercelli, Siena e Virtus Entella. Il giorno della verità sarà il prossimo 7 settembre con la sentenza del Collegio di Garanzia che dovrebbe fare chiarezza sul nuovo format della serie cadetta quando, però, da calendario, dovrebbero essere state già giocate due giornate di campionato.

Dall’altra parte della sponda, il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, ai microfoni di Radio Rai, ha dichiarato di essere contrario allo sciopero dell’Aic e che bisognava comunque partire con un campionato a 19 squadre, quelle che hanno ottenuto, sul campo, il diritto a partecipare al prossimo torneo. “Se il campionato partirà il 24 agosto? Non sono né ottimista, né pessimista – ha aggiunto Balata – riteniamo giusto che il campionato, comunque, parta per esigenza legittima di milioni di sportivi che seguono le 19 società che ne hanno diritto”.

E intanto i tifosi, gli appassionati e gli addetti ai lavori restano in attesa.