TRICASE – Errico elogia Mesagne e rossoblù: “In finale le migliori squadre”. Out De Giorgi

"In tempi non sospetti affermai che Brindisi e Mesagne dispongono dei migliori allenatori del torneo e non è un caso se hanno compiuto entrambe un brillante percorso"

errico rocco

Foto: R. Errico

Il Tricase non intende fermarsi. Dopo aver espugnato Ostuni nella semifinale playoff di Promozione, i rossoblù puntano dritti all’Eccellenza: domenica con calcio di inizio alle ore 16.30 Salguero e compagni renderanno visita al Mesagne, una gara secca con i brindisini che partono col vantaggio dei due risultati su tre. “Sono giunte in finale le due squadre che più di tutte hanno dato lustro al calcio dilettantistico pugliese – afferma il tecnico Rocco Errico in esclusiva per SalentoSport dal mio punto di vista i due team che, giornata dopo giornata, hanno onorato il gioco del calcio”.

“Per il Mesagne giocare in casa avendo a disposizione due risultati su tre – aggiunge – rappresenta senza dubbio un bel vantaggio. Io mi auguro che sarà una festa dello sport e che alla fine vinca il migliore. Rispetto molto i brindisini, nel girone d’andata a Tricase mi impressionarono mentre al ritorno, nella sconfitta per 2-0, io non c’ero. In tempi non sospetti affermai che Brindisi e Mesagne dispongono dei migliori allenatori del torneo e non è un caso se hanno compiuto entrambe un brillante percorso. Oggi ci sono tanti venditori di chiacchiere, ma quando in panchina hai un allenatore vero la differenza si vede”.

Sui singoli che potranno fare la differenza: “Ho visto crescere e incrociato tante volte Mummolo, una costante spina nel fianco. Ma il Mesagne dispone anche di altre individualità di spicco quali Tidianè e Di Santantonio, senza dimenticare l’esperienza di capitan Angelè e di Coccioli. La mia è una squadra più giovane con 2/3 senatori di tutto rispetto. Spero che Giorgetti, così come ad Ostuni, possa essere tra i grandi protagonisti, ma mi preme elogiare due talenti del posto che sono orgoglioso di allenare, Moretto (di Tricase) e Rizzo (Tiggiano), la coppia centrale difensiva. Il mio grande rammarico – conclude Errico – è invece quello di non poter disporre di De Giorgi, che ha accusato una distorsione al ginocchio”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati