PROMOZIONE/B – Il Sava cambia pelle. Racale e Matino solide, il Manduria c’è. E l’Ostuni… I numeri e il punto dopo la 7ª

Tre vittorie interne, due esterne e tre pareggi nella settima giornata. Ventuno le reti complessive. Racale miglior attacco, Matino miglior difesa

ostuni-ott-19-ph-francesco-valente

Foto: l'Ostuni festeggia dopo la vittoria col Novoli (@F. Valente)

La notizia del settimo turno di Promozione girone B è la crisi del Sava. A farne le spese il tecnico, Cosimo Mazza, esonerato nella giornata di ieri. Il nuovo allenatore è Gioacchino Marangio. A Maglie i biancorossi hanno rimediato una scoppola clamorosa, 4-1, e infilato il terzo ko consecutivo. Sotto accusa soprattutto la solidità difensiva: un gol subito nelle prime quattro giornate, sette nelle ultime tre.

La vetta, occupata da Matino e Racale, adesso è lontana quattro punti. Secondo posto virtuale per il Maglie, al netto della penalizzazione. Dopo aver deciso il match del “Camassa”, il classe 2002 Aprile trascina alla vittoria il Racale anche nel delicato confronto con un Taurisano in salute, capace di conquistare sette punti nelle ultime tre giornate. Miglior difesa, cinque centri al passivo, per la formazione allenata da Pietro Sportillo.

L’attacco più prolifico, sedici gol segnati, è quello dell’altra capolista, il Matino, che fa risultato pieno sul campo della cenerentola del torneo. L’Uggiano, peggior attacco con tre reti realizzate e seconda peggior difesa con diciannove reti subite (peggio ha fatto solo il Carovigno), conserva l’ultimo posto della classifica a quota zero, ma adesso è da solo. Perché il Carovigno ritrova l’orgoglio e prende i primi punti della stagione, andando a sbancare il campo dello Scorrano, altra formazione molto al di sotto delle aspettative generali. Chi, invece, sta viaggiando a vele spiegate, nonostante le incertezze della vigilia, è l’Ostuni, che liquida la pratica Novoli con un sonoro 3-0 e infila il quinto risultato utile consecutivo. Con un miglior rendimento esterno (solo due i punti realizzati lontano dal Comunale), i brindisini sarebbero da primo posto.

Si parla poco del Manduria, ma i biancoverdi sono lì, a -2 dalla vetta. Altro risultato positivo per la formazione di mister Cosma, che strappa un buon pareggio sul campo di un Veglie che sta cominciando a prendere le misure alla categoria. L’Aradeo è la squadra che ha pareggiato di più e infatti domenica, sul campo della Salento Football, è arrivato il quarto pari. Finisce in parità anche il match tra Brilla Campi e Avetrana. Fieno in cascina in ottica salvezza. Tre vittorie interne, due esterne e tre pareggi nella settima giornata. Ventuno le reti complessive.

Articoli Correlati