PROMOZIONE – Primo successo per il Copertino, l’Aradeo non sbaglia un colpo. Riparte il Brindisi: il punto

aradeo ph f. valentini

Foto: @F. Valentini

Dopo nove giornate di campionato in Promozione, resta ancora primo, solitario, il Tricase, ma l’Aradeo approfitta del pareggio dei rossoblù per riportarsi sotto a -1. E ricordiamo che la truppa di mister Politi deve ancora recuperare un match, quello contro il Maglie. Gli altri incontri rinviati per maltempo sono Copertino-Ostuni e Salento Football Leverano-Tricase. Deciso passo in avanti del Brindisi, che fa suo il big match col Lizzano, appaiandolo in terza posizione a -3 dalla vetta. Ai diciassette punti in classifica dei biancazzurri contribuiscono i due punti derivanti dalla vittoria a tavolino che il giudice sportivo ha ritenuto di assegnare a Brindisi e Castellaneta nei match contro il Manduria, per la vicenda legata alla squalifica di Mancuso. Entrambe le partite erano finite in parità; +2 in classifica, dunque, per Castellaneta e Brindisi, -2 per il Manduria, che si lascia tutti i fantasmi alle spalle, ritornando alla vittoria dopo il ko di Fasano. Frena l’Uggiano, Ostuni, Mesagne e Leverano non riescono proprio a invertire la rotta.

In coda vincono solo Massafra e Copertino. E per i leccesi si tratta, finalmente, del primo successo in campionato che condanna il Grottaglie all’ultimo posto solitario. Dopo il sesto ko sono arrivate le dimissioni di mister Claveri, immediatamente sostituito da Alberto Bosco. Cambio della guardia anche sulle panchine di Maglie e Salento Football, dove Giuseppe Branà prende il posto del dimissionario Rocco Errico mentre è ancora al vaglio il sostituto dell’esonerato Colagiorgio. Tra valzer in panchina e sentenze della giustizia sportiva, si accende ancora di più un torneo che non smette di regalare emozioni e che ha già cominciato a emettere alcuni verdetti: il Tricase è la certezza, il Brindisi e il Fasano la parte nobiliare che scalpita per rinverdire i fasti di un tempo, il Lizzano la sorpresa, il Manduria genio e sregolatezza, l’Aradeo la squadra, forse, da battere.

Tre vittorie interne, due successi esterni, tre pareggi nella nona giornata. In totale sono venti le reti messe a segno. Camara aggancia al primo posto della classifica cannonieri Ruberto, a quota sei. Il miglior attacco resta quello del Tricase, con diciassette reti, il peggiore quello del Grottaglie con sei. La difesa meno battuta è quella del Brindisi, con cinque gol al passivo, la più perforata quella del Grottaglie con diciannove. Il Maglie resta l’unica squadra a non aver mai pareggiato. Nel big match di giornata, al “San Vito”, Tricase e Fasano impattano sull’1-1: vantaggio dei padroni di casa con Martella in avvio di ripresa, in extremis Longo regala il pari ai brindisini. Secondo successo esterno consecutivo per l’Aradeo, che espugna il campo della Salento Football Leverano per 2-1: De Vito sblocca il match, Ganci prima fa l’1-1 e poi, con un autogol, regala i tre punti ai giallorossi.

Vittoria all’ultimo respiro per il Brindisi, che al “Fanuzzi” s’impone sul Lizzano per due reti a una: decidono un rigore di Scarcella e la rete al 95’ di Margarito, inutile il gol del momentaneo pareggio di De Comite. Al “Nino Dimitri” il Manduria cala il tris sul Mesagne: Jabarteh, De Pascalis e Misuraca firmano le reti della vittoria biancoverde, di De Benedictis il gol della bandiera brindisina. Carovigno e Uggiano non riescono ad andare oltre lo 0-0. E finisce in parità pure il match tra Castellaneta e Ostuni: vantaggio dei tarantini con Mianulli, Pastano, poco prima dello scadere, pareggia e fa 1-1. Nel derby tra tarantine il Massafra s’impone sul Grottaglie al “D’Amuri” per 3-1: decidono le reti di Novellino, Ingrosso e Camara, inutile il gol in extra time di Galzarano. Infine, per la spietata legge dell’ex, è proprio Antonio Renis a firmare la vittoria del Copertino sul Maglie: è una sua doppietta a decidere il match del “Vantaggiato”, tornato, finalmente, casa dei rossoverdi, dopo sei mesi di indisponibilità.

Articoli Correlati