Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

PROMOZIONE – Galatina? No, Fragagnano

Chi si aspettava di assistere alla solita goleada casalinga del Galatina contro la malcapitata di turno, è rimasto deluso. Prima sconfitta per i biancostellati che vedono le inseguitrici avvicinarsi pericolosamente. Ampia e illimitata la scelta dei titolari per mister Inglese, mentre mister Simone deve rinunciare a Zammillo infortunato e Antonicelli influenzato. Galzarano lascia il posto al rientrante Palese. In avanti esordio per Vasco supportato da Candita, Scarcella e Nardò per un Fragagnano a trazione anteriore. Pronti via e Fragagnano pericoloso con Candita, ma il suo tiro è debole e il portiere controlla.

Adeshokan sulla destra è imprendibile per Nardò e Pezzarossa che faticano a controllarlo. I suoi cross per la testa di De Benedictis e Mortari, però sono controllati dal duo Lenti-Palese, che fanno buona guardia alla porta difesa da Signorile. Poco prima della mezz’ora, i tarantini passano in vantaggio con Scarcella: innescato da Candita, semina la difesa avversaria e dal limite dell’area batte Vernich, con un tiro imprendibile sotto la traversa. Il Galatina si sveglia e pressa gli avversari. Il pareggio si materializza al 37′ con un tiro bomba di Patruno, che lascia Signorile immobile. Rinfrancati dal gol, i leccesi premono e sfiorano il gol del vantaggio con un tiro dal limite di Cimarelli che centra in pieno il palo.

La fine del primo tempo permette ai biancoverdi di recuperare un pò di ossigeno e riorganizzare le idee. Il secondo tempo è di marca prevalentemente leccese, ma le azioni sulle fasce di Adeshokan e Mortari non trovano pronti i loro compagni in area. Mister Inglese decide allora di cambiare le carte in tavola e fa uscire gli spenti Frascaro e Mortari per Giorgetti e Coppola. Adeshokan si sposta al centro a far coppia con De Benedictis. Il Fragagnano è bravo a verticalizzare in fase di posesso palla, creando diversi grattacapi al reparto arretrato leccese. L’arbitro ricorre spesso al cartellino giallo per gioco falloso dei locali. Scarcella lanciato nello spazio da Pulpito, sorprende la difesa bianconera ma è poco preciso: tiro fuori di poco. Al 32′ la più ghiotta occasione per i leccesi, che gridano al gol, ma Palese nega loro la gioia del vantaggio, salvando sulla linea. Sul capovolgimento di fronte Vasco mette in rete, ma inspiegabilmente il secondo assistente segnala fuorigioco.

Ancora Fragagnano con Scarcella lanciato in verticale e ancora il secondo assistente segnala, questa volta giustamente, il fuorigioco. Pochi minuti prima del gol vittoria biancoverde Adeshokan, dopo una doppia triangolazione con De Benedictis, si trova a tre metri da Signorile: ipnotizzato, il forte giocatore leccese manda fuori. La dura legge del gol fa capolino allo “Specchia”: punizione dal limite per il Fragagnano. S’incarica della battuta Stefano Candita che calcia la sfera all’incrocio dei pali, disegnando una parabola di rara bellezza. Gli ultimi minuti sono tutti di marca leccese. Prima si vedono sventolare due volte il cartellino rosso dal signor Mazzetti di Bari. Poi è Giorgetti a tentare la via del pareggio, ma un intervento strepitoso di Signorile mette fine alle speranze dei leccesi. Partita vibrante, con il Fragagnano che ha saputo sfruttare al meglio le occasioni avute; al Galatina la pecca di essere entrato in campo con la vittoria in tasca. Disdicevoli gli episodi a fine gara.

***

GALATINA-FRAGAGNANO 1-2

Galatina: Vernich, Specchia, Malerba, Frascaro (13′ st Giorgetti), Antico, Carrino, Patruno, Cimarelli, De Benedictis, Adeshokan, Mortari (25′ st Coppola). All. Inglese.
Fragagnano: Signorile, Pezzarossa (44′ st Galzarano), Gallù, Guarini, Palese, Lenti, Nardò (17′ st Gianfreda), Pulpito, Vasco (35′ st Antonicelli), Candita, Scarcella. All. Simone
Arbitro: Mazzetti di Bari
Reti: 27′ pt Scarcella (F), 37′ pt Patruno (G), 39′ st Candita (F)
Note: 42′ e 45′ st espulsi Malerba e Cimarelli (G) per proteste.