MANDURIA – Erario: “Avviliti per non aver centrato i playoff ma vogliamo chiudere al quinto posto”

erario

Foto: G. Erario

La sconfitta di domenica scorsa a Tricase ha definitivamente spezzato le residue speranze play off del Manduria. C’è amarezza in casa biancoverde, ma anche la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile. Anche a Tricase, nonostante il risultato possa far pensare il contrario. Lo sottolinea con forza Giuseppe Erario, uno dei punti fermi del centrocampo a quattro di mister Cosma. “La sconfitta è stata netta solo nel risultato. Sul piano del gioco, fino al primo gol loro, scaturito da un nostro errore, abbiamo disputato una grande prestazione. Non ci siamo per nulla intimoriti e, anzi, abbiamo giocato palla a terra su un terreno su cui non era facile giocare. Purtroppo, dopo essere passati in svantaggio, ci siamo sbilanciati alla ricerca del pareggio, mentre loro sono stati bravi a gestire questa nostra foga e a colpirci appena ne hanno avuto l’occasione. Bisogna dare atto di ciò ai nostri avversari”.

Un sogno accarezzato per tanto tempo e legittimato da prestazioni e risultati. Che cosa è mancato per tagliare il traguardo? “In alcune situazioni ci è mancata l’esperienza, in altre il cinismo. Purtroppo queste caratteristiche si acquisiscono con il tempo. In questa stagione sono stati effettuati quattro acquisti: Calò, Arcadio, Riezzo e De Pascalis. Dall’anno scorso a oggi abbiamo fatto passi in avanti importanti, abbiamo avuto una crescita che è sotto gli occhi di tutti. Abbiamo imparato a soffrire e a restare uniti. Merito del mister, del suo staff e della società. Possiamo e vogliamo migliorare e questa è la strada giusta per farlo. L’esperienza e il cinismo verranno, imparando da annate di play off mancati come questa appena trascorsa. Non mi sento di svalutare il lavoro fin qui fatto da tutti noi”. Qual è il sentimento prevalente in questo momento? “Siamo abbastanza avviliti per aver perso il treno play off. Ma non abbiamo il morale sotto i tacchi, anzi. La società voleva i play off e da griglia basta restare nelle prime cinque. Vogliamo esserci approfittando dello scontro diretto tra Fasano e Tricase. Poi se esistono regole e punti pazienza, noi vogliamo chiudere il campionato al quinto posto. Se ce la faremo sarà una magra consolazione certo, ma ripeto, guardiamo a quanto di buono fatto fin qui e chiudiamo con il sorriso”.

La maglia del Manduria è una seconda pelle per Giuseppe Erario, il bianco e il verde gli scorrono nel sangue. Un pensiero non può non andare alla tifoseria e al futuro della società. “Ai nostri tifosi mi sento di dire che ogni domenica siamo scesi in campo con lo scopo di sudare e onorare la maglia e di raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società. E che, nonostante si siano allontanati già da un pò, li sentiamo sempre vicini a noi. Il mio e il nostro sogno è di rivederli allo stadio a sostenere e incitare chi lotta per i colori biancoverdi. A tal proposito, vorrei lanciare un appello: penso che nella vita non esista niente di irrisolvibile e che la pace sia sempre la soluzione migliore, per questa ragione mi auguro che quanto prima tutta la Manduria calcistica possa tornare a remare in un’unica direzione. E questo discorso riguarda anche e sopratutto l’amministrazione comunale. Dobbiamo essere in grado di far crescere questo progetto e dargli un seguito, perché il Manduria è un bene della comunità e non va abbandonato ma sostenuto”.

Articoli Correlati

  • juniores-puglia-2019-torneo-regioni DILETTANTI – Valorizzazione giovani, più fondi per le società di Eccellenza e Promozione dalla Lnd

    Presidenti, allenatori e capitani delle squadre di Eccellenza e Promozione pugliese sono stati convocati a Bari, presso il Centro congressi dell’Hotel “The Nicolaus”, il prossimo 29 agosto, per la comunicazione, da parte del presidente Lnd Puglia Vito Tisci, delle iniziative in programma nel corso della stagione agonistica 2019-20, tra le quali il progetto relativo alla…

  • toma-maglie-allenamento-ago-19 MAGLIE – 76 anni di storia e tanta voglia di ben figurare: il punto in casa Toma

    L’8 settembre si accenderanno i fari sul Campionato di Promozione e in casa Toma Maglie si è lavorato per due mesi in modo sereno, intenso e proficuo, per affrontare a testa alta questo campionato in cui la squadra giallorossa partirà con l’handicap di sei punti di penalizzazione. Per la società magliese questo è il 76°…

  • atletico racale logo ATLETICO RACALE – Ufficiale un attaccante argentino, otto nuovi arrivi nel parco under

    Comincia a prendere forma la rosa dell’Atletico Racale per la prossima stagione. Il club del presidente Francesco Cimino, nella tarda serata di ieri, ha ufficializzato un nuovo ingaggio senior e otto under. Il primo riguarda l’arrivo di una mezzala/attaccante esterno argentino, Juan Ignacio Lopez, classe 1993, provgeniente da Club Atletico Smith ed ex di Douglas…

  • costantino-cristina-raponi-uriel-virtus-matino-200819 VIRTUS MATINO – Con Raponi si completa la coppia di centrali difensivi albicelesti. Il programma delle amichevoli

    Si perfeziona una coppia di centrali albicelesti in casa Virtus Matino. Dopo aver ufficializzato l’arrivo di Calabuig, la società della presidentessa Cristina Costantino annuncia l’ingaggio di Uriel Carlo Raponi, difensore di Rosario (Argentina), classe 1984, con esperienze, tra le altre, con le maglie di Nardò, Massese e Forte dei Marmi. Negli ultimi sei anni, Raponi…

  • ruberto-maurizio PROMOZIONE – Mercato, il riassunto degli affari conclusi nell’ultima settimana

    Proviamo a fare il riassunto della settimana nella babele del calciomercato dilettantistico relativo alla Promozione Pugliese, girone B. Il Carovigno riconferma Tony Lanzilotti, Niccolò Greco e Valery Tidiane attaccanti; Omar Diagnè, difensore; Diego Motti, Pasquale Lanzilotti e Thomas Lanzilotti, centrocampisti; arriva l’under Cosimo De Tommaso. Colpi di livello per il Sava di mister Mimmo Mazza…