MANDURIA – Cosma alza il livello di guardia: “L’Ostuni verrà qui col coltello tra i denti”

cosma gianluca ss d. palama' - rac-man 00 del 011115

Foto: G. Cosma - @SalentoSport.net/D. Palamà

Oggi pomeriggio va in scena la nona giornata del campionato di Promozione. Il Manduria riceve il fanalino di coda Ostuni. Un punto solo per i brindisini fino a domenica scorsa. In settimana i punti sono diventati quattro, per via della vittoria a tavolino ottenuta contro la Salento Football Leverano. Manduria quinto in classifica a quota dodici, distante sette lunghezze dalla capolista Galatina.

Dopo il divorzio da mister Zella, i biancoverdi sono stati riaffidati alle cure di Gianluca Cosma, ma nei due match di campionato sotto la direzione del tecnico di Carmiano solo due 0-0. Sulla carta un match senza storia, ma anche a Galatina doveva essere così e invece l’Ostuni è riuscito a strappare un insperato pareggio. Nel calcio mai dare nulla per scontato. Almeno questo è quello che pensa mister Cosma. “L’Ostuni è una squadra in costruzione, ogni giorno arrivano giocatori nuovi. Sono partiti in ritardo ma si stanno riorganizzando. Verranno a Manduria col coltello tra i denti, con l’intento di muovere la classifica, galvanizzati anche dai tre punti ottenuti a tavolino. Prevedo una partita combattuta, anche perché ultimamente ovunque è andato l’Ostuni ha fatto bene. Lo 0-0 di Galatina ne è la riprova. Noi, dal canto nostro, siamo arrabbiati e vogliosi. Vogliamo fare nostra l’intera posta in palio, visto che la vittoria manca da un po’ di turni. Stiamo lavorando con impegno ed è giusto che i sacrifici siano ripagati dai risultati. Confidiamo nel sostegno del pubblico”.

Indisponibili, tra le fila manduriane, Nicolì, Marinotti e Greco. Giovedì scorso, in coppa, è arrivata la prima vera soddisfazione del “Cosma-bis”. La squadra ha battuto per 3-0 il San Giorgio e si è qualificata al turno successivo. “Ho visto una squadra molto compatta e penso che abbiamo già fatto dei piccoli passi in avanti. Per la quarta partita consecutiva non abbiamo subito gol, merito sia della difesa che di D’Adamo. Già con il Racale avevo visto dei miglioramenti. Dobbiamo continuare a lavorare tanto”.

Articoli Correlati

Lascia un commento