Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LEVERANO – Tris al Lizzano e vetta della classifica, la domenica perfetta

(di Maria LANZO) – E’ bastato un tempo al Leverano per avere ragione del Lizzano e portarsi a casa tre punti meritati. La squadra di mister Branà, perfetta nel primo tempo, quando ha diretto le operazioni e controllato agevolmente gli avversari, ha subito un certo rilassamento nella ripresa, concedendo il gol della bandiera e qualche giocata interessante ai tarantini. Il Lizzano, stordito nella prima frazione di gara dalle giocate veloci e in profondità </strong”gt;della squadra di casa, ha cercato di dare un senso ad una partita ormai già irrimediabilmente compromessa con un secondo tempo di notevole sacrificio. Troppo grande la differenza tecnica tra le due compagini.

Subito in discesa il match per il Leverano. Pronti via e i locali sbloccano il risultato al 3’ pt con Quarta, imbeccato alla perfezione dalla verticalizzazione di Cazzella. Al 6’ pt, ancora un passaggio filtrante spacca in due la difesa tarantina, ma il tocco di Quarta, innescato da Lillo, viene deviato in angolo da Pastore. I padroni di casa giocano sul velluto e si rendono pericolosi ogni volta che possono cercare la giocata in profondità. La seconda marcatura è proprio frutto di questa impostazione tattica e porta la firma, al 15’ pt, di Botrugno, abile a beffare Pastore con un delizioso pallonetto. La risposta del Lizzano arriva al 33’ con una punizione di Riformato, respinta da Lupo. Sul finire di tempo, Cazzella soffia il pallone nella metà campo avversaria a Riformato e può involarsi del tutto indisturbato verso la porta, per la terza rete, che mette in ghiaccio l’incontro.

Dopo venti minuti di nulla, la ripresa si vivacizza a cavallo tra il 20’ e il 35’, quando le squadre danno vita a continui capovolgimenti di fronte, con il Lizzano proiettato in avanti, e il Leverano pronto a colpire in ripartenza. Gli sforzi degli uomini di Palmieri vengono premiati al 25’ st dal gol della bandiera di Lo Bianco, bravo a trasformare, con un tiro di prima intenzione, l’assist di Di Manzo. L’ingresso dell’ex Maruggio, tesserato in settimana, dona vivacità alla manovra. Una sua punizione tagliata e uno scambio al limite dell’area con Lanzo (alto sulla traversa il suo tiro) mettono i brividi agli avversari. In mezzo, tre clamorose occasioni fallite da Renis e da Portone.

***

LEVERANO-LIZZANO 3-1

Leverano: Lupo, Talon, Calasso, Lillo, Greco, Biasco (1’ st Elia), Iaconisi, Amadù, Cazzella (20’ st Renis), Quarta (4’ st Portone), Botrugno. A disp.: Peluso, Guglielmetti, Caputo, Del Grande. All. Branà.

Lizzano: Pastore, Ricci (13’ st Di Manzo), D’Aprile, Lenti, Borriello (23’ st Masella), Mariggiò (18’ st Desantis), Lanzo, Picci, Lo Bianco, Panariti. A disp.: Cimino, Bernardo, Gennari, Agnusdei. All. Palmieri.

Marcatori
: 3’ pt Quarta, 15’ pt Botrugno, 46’ pt Cazzella, 25’ st Lo Bianco.

Note
: ammoniti al 29’ pt Quarta, 32’ pt Amadù, 14’ st Portone, 16’ st Di Manzo, 34’ st Lenti, 45’ st Lanzo.

Arbitro
: Antonio Zammillo di Brindisi. Assistenti: Pierangelo Pellegrini e Roberto Filaninno di Barletta.