PROMOZIONE – Giornata pro-Ugento, il Novoli fallisce la prova di maturità. Brillano Deghi e Taurisano: il punto dopo la 13ª giornata

Terza vittoria consecutiva per la squadra di Andrea Salvadore che si piazza al secondo posto a quattro lunghezze dalla capolista. In rialzo le quotazioni del Taurisano, in ribasso quelle dell'Aradeo

taurisano-set-18 ss palama

Foto: un'esultanza del Taurisano (©SalentoSport/D. Palamà)

La Deghi infila la terza. Nel match clou della tredicesima giornata, gli uomini di Andrea Salvadore sbancano il comunale di Novoli per due reti a una e collezionano il terzo successo consecutivo, piazzandosi al secondo posto, a -4 dall’Ugento capolista. Che pareggia, in rimonta, sul campo del Maglie. Sembra aver allentato il passo nell’ultimo periodo la formazione di mister Oliva, eppure, è una giornata pro Ugento, che riesce addirittura ad allungare sulla seconda. Significativo, invece, il segnale lanciato dalla Deghi, che sembra aver trovato continuità e concretezza. E soprattutto può contare sui gol di Poleti: bellissimo quello che ha sbloccato il match. Prova di maturità fallita per il Novoli, che torna a perdere dopo sei turni. In rialzo le quotazioni del Taurisano: il successo sull’Ostuni, secondo consecutivo, rafforza le ambizioni playoff dei granata, che attendono Emanuele Cappellini.

Continua a perdere terreno, invece, l’Aradeo, che, dopo la batosta casalinga col Novoli, impatta per 0-0 sul campo della Salento Football Leverano. I giallorossi possono consolarsi con il primato delle reti segnate, diciotto. L’attacco meno prolifico è quello del Talsano, andato a rete solo dieci volte. E a proposito di Talsano, ottimo il pareggio conquistato dai tarantini sul campo dell’Atletico Racale che le ha provate davvero tutte per vincere.

Brutto stop per il Brilla Campi, che paga dazio sulla terra di Carovigno e consente ai brindisini di abbandonare l’ultimo posto della classifica. Il successo, in casa rossoblù, mancava dalla seconda giornata. Resta desolatamente ultimo il Lizzano, ko anche a Uggiano. I tarantini non vincono da cinque gare e la situazione, quando siamo quasi giunti al giro di boa, è diventata particolarmente complicata. Chissà che l’estro e l’esperienza di Francesco Mignogna (atteso il suo annuncio a breve) non contribuiscano a risollevare le sorti della squadra di mister Palmieri. Anche perché quelle che precedono, Ostuni a parte, sono andate tutte a punti.

Il Tricase, addirittura, è riuscito a sbancare il comunale di Scorrano, aggravando, così, la crisi degli uomini di Oscar Greco, che perdono la terza partita consecutiva e si aggiudicano anche lo scettro di difesa più perforata, con ventuno centri al passivo. Tra le squadre che occupano la parte bassa della classifica il Tricase è quella che sicuramente sta attraversando il momento migliore, trascinato da un D’Amico in grande spolvero.

Articoli Correlati