Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALATONE – Nodo stadio con l’Amministrazione, la società pensa a decisioni drastiche

Situazione delicata in casa US Galatone. Se fino a qualche settimana fa la consapevolezza di aver affrontato una stagione più che soddisfacente apriva ampi orizzonti per il futuro, ora l’atmosfera è decisamente più cupa. «Negli ultimi giorni – fanno sapere dalla società –, durante i vari colloqui con il sindaco Livio Nisi, si è potuto valutare un distanziarsi tra le parti a causa della sconosciuta data di inizio dei lavori per il rifacimento del manto in erba sintetico del terreno di gioco del campo comunale e di un divergente punto di vista sulla gestione e manutenzione della struttura».

Quello del rifacimento del comunale “Luigi Rizzo” è un problema che va avanti da tempo, ormai. Il progetto preliminare di ammodernamento e riqualificazione era stato già approvato nel 2013 e il 30 marzo di quest’anno l’Amministrazione lo aveva dichiarato immediatamente eseguibile, confermando di aver già contratto un mutuo di circa 500mila euro con la Cassa Depositi e Prestiti.

Attualmente però tutto è ancora fermo. E l’amarezza è tanta, soprattutto dopo che, nonostante importanti difficoltà economiche, la dirigenza si è sempre prodigata per far tornare Galatone nel calcio che conta. «La società – concludono – nell’impossibilità di poter elaborare un piano programmatico, con estremo rammarico si vede costretta a prendere in considerazione l’ipotesi di cedere il titolo sportivo ad altre realtà, o di non iscrivere la squadra al campionato di Promozione 2015/2016».

Show CommentsClose Comments

Leave a comment