Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] DELFINI ROSSOBLU – Murianni: “L’esperienza ha fatto la differenza in campo. Grazie a tutti, nessuno escluso”

Lo spareggio tra Delfini e San Cesario ha emesso l’ultimo verdetto del campionato di Promozione. Lo stato d’animo in casa rossoblu non è dei migliori dopo la retrocessione: “Dentro di noi c’è tanta amarezza e delusione – ammette mister Murianni in esclusiva per SalentoSport -. Abbiamo dato il massimo, senza risparmiarci durante l’arco del campionato, e retrocedere per una partita non è piacevole“. Eppure i tarantini, nelle ultime quindici, avevano recuperato 9 punti sui leccesi.

Ma erano effettivamente più forti?Il nostro vero valore in campionato è uscito fuori alla distanza e i numeri sono chiari. Nelle partite secche l’organizzazione di gioco può lasciare il posto ad altri fattori come l’esperienza che può essere decisiva. Durante l’anno non abbiamo avuto punti cardini in determinati settori che, mai come oggi, ci avrebbero tirato fuori“.

A bocce ferme, quanto ha pesato l’assenza di playoff e playout?Un buon 70% della nostra retrocessione è causa della mancata disputa dei playout. A fine stagione è più facile dosare le energie in vista degli spareggi“.

Cosa hai detto ai ragazzi a fine partita? Non parlo mai a caldo ma ho consegnato una lettera prima della partita. Una lettera di ringraziamento per una difficile stagione, tra mille difficoltà che elencare sarebbe dispendioso. Credo che il mio rapporto con i Delfini sia terminato. Ringrazio il presidente che, pur tra tanti limiti, ha fatto tutto quanto era nelle sue possibilità. Un grazie particolare lo dedico allo staff: Fabio Ancona, Nicola Altavilla, Antonio Rossi, Giovanni Caforio, Mimmo Ingenito e gli altri; gente che lavora all’oscuro ma che svolge un ruolo importante e fondamentale per il raggiunimento dei risultati“.