ATLETICO RACALE – Sportillo traccia la rotta: “Servono lavoro, sacrificio e umiltà. Maglie, Novoli, Grottaglie e Virtus Matino vorrano ben figurare”

Sul mercato: "La rosa non è ancora completata, siamo al lavoro per cercare un difensore d’esperienza, un attaccante e alcuni ragazzi che completino il nostro parco under"

sportillo-pietro-caputo-cesare-atlracale

Foto: Sportillo col dirigente dell'Atletico, Cesare Caputo

Dopo due anni da protagonista in sella alla panchina del Casarano ed una breve parentesi con il Molfetta Calcio, Pietro Sportillo ha deciso di sposare il progetto dell’Atletico Racale del presidente Francesco Cimino. Una scelta forte quella del tecnico di Francavilla Fontana, che da vincente qual è, cercherà di riconquistare la massima categoria regionale sul campo: “Dopo un anno di sosta, ho voluto sposare il progetto Atletico Racale – racconta Sportillo in esclusiva per SalentoSport, guardando più la serietà che la categoria, perché ad oggi per un allenatore credo che sia fondamentale trovare un ambiente che consenta di lavorare in maniera tranquilla; per ciò che concerne l’andamento del campionato credo che ad oggi non si possano esprimere giudizi, ci sono diverse squadre importanti che si stanno muovendo in maniera decisa, noi dal canto nostro cercheremo di lavorare sul campo, provando a fare bene domenica dopo domenica, perché è chiaro che quando si comincia un’avventura l’obbiettivo è sempre quello di ottenere il massimo”.

Certamente in questa prima fase di calciomercato, l’Atletico Racale è stata una delle società più attive in questo senso, piazzando alcuni colpi di assoluto livello per la categoria, in un organico che non si può certamente definire completato: “In piena sintonia con il direttore Inguscio e la società, abbiamo cercato di puntare alcuni profili che siano funzionali al nostro progetto – spiega l’ex Casarano – calciatori in grado di ricoprire più ruoli, restando comunque nei limiti del budget, che ritengo la cosa più importante soprattutto in categoria come questa; ovviamente la rosa non è ancora completata, siamo al lavoro per cercare un difensore d’esperienza, un attaccante e alcuni ragazzi che completino il nostro parco under. Le partite e i punti non si fanno ad agosto o in sede di calciomercato, occorre lavorare sodo e far parlare il campo, senza grandi proclami e con tanta umiltà”.

Il prossimo campionato di Promozione non è ancora del tutto definito, ma come avvenuto nella passata annata, si preannuncia una stagione avvincente con diverse compagini intenzionate a far bene:  “Come già spiegato, ci sono diverse squadre che si stanno muovendo in maniera importante e questo fa sì che il livello della Promozione continui  il percorso di crescita iniziato nelle ultime annate; società come Maglie, Matino, Grottaglie, Novoli, vorranno certamente ben figurare e lavoreranno in questa direzione; per deformazione caratteriale a me non piace guardare in casa altrui, perché è chiaro che ogni squadra cerchi il meglio sulla piazza, l’unica convinzione, è legata al fatto che sarà un campionato duro e avvincente in cui – conclude Sportillo, avrà la meglio chi riuscirà a sbagliare di meno e a trovare maggiore continuità, gestendo nel migliore i momenti di difficoltà, che in una stagione ritengo fisiologici”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati