ARADEO – Corallo, entusiasmo a mille: “Divertirci e valorizzare i giovani sono i nostri obiettivi”. E sul suo Lecce dice…

L'ex Atletico Racale ritorna in panchina per provare a condurre l'Aradeo ad una salvezza tranquilla: "Cercheremo di toglierci qualche soddisfazione. Il Racale stravincerà il campionato, Inguscio-Sportillo solo un lusso per la categoria. Lecce, se prendessi un attaccante fortissimo potresti diventare la rivelazione della A"

corallo-alessandro-aradeo-ago19

Foto: Corallo col presidente Biagio Bruno e il preparatore Maldarella

Prenderà il via lunedì prossimo, 5 agosto, la preparazione pre-campionato per l’Atletico Aradeo con delle grosse novità, a partire dalla panchina che è stata affidata a mister Alessandro Corallo. Completano lo staff Giammarco Maldarella, prepatore atletico, e Antonio Guida, preparatore dei portieri.

L’ex tecnico dell’Atletico Racale, quindi, ritorna in pista dopo alcuni mesi di pit-stop ed è già carico ed entusiasta: “Ci eravamo lasciati a ottobre dello scorso anno – racconta il neo allenatore dell’Aradeo, portando indietro le lancette dell’orologio alla sua esperienza racalina – con tre vittorie e tre sconfitte in appena sei partite e col passaggio del turno in Coppa Italia a scapito della squadra vincitrice del campionato (l’Ugento, ndr). Ora si riparte con tanto entusiasmo e con un pizzico di esperienza in più! Qui ad Aradeo costruiremo una squadra senza fare spese folli per puntare ad una salvezza tranquilla, valorizzando i giovani che avremo in rosa, magari divertendoci e togliendoci qualche soddisfazione. Della scorsa stagione ne verranno riconfermati otto o nove“.

Alzando lo sguardo alle avversarie, Corallo non ha dubbi nello scegliere la favorita: “L’Atletico Racale sta facendo ottime cose sul mercato così come Maglie e Ostuni. Credo, però, che il Racale stravincerà il campionato anche perché potrà contare sulla coppia Sportillo-Inguscio che è un lusso per la categoria. Il campionato di Promozione sarà avvincente e divertente, la spunterà chi, a dicembre, riuscirà a fare i giusti accorgimenti nella sessione di mercato invernale. Faccio un in bocca al lupo a tutte le società, ai tecnici e ai ragazzi che, tra mille difficoltà e con tanti sacrifici, riescono a dare vita ad uno spettacolo degno del gioco del calcio”.

Chiusura con domanda d’obbligo sul suo Lecce, squadra in cui è cresciuto e con la quale ha assaporato anche la Serie B con Delio Rossi allenatore, prima di andare a segnare gol a grappoli a Varese, Gubbio, Perugia e Pagani, per citarne solo alcune: “Il Lecce ha fatto un’ottima campagna acquisti, prova ne è la risposta del popolo giallorosso che si è abbonato in massa. Se riuscisse a completare la rosa con un fortissimo attaccante, avendo una struttura di gioco collaudata, potrebbe veramente diventare la rivelazione del campionato. Sarà normale incontrare delle difficoltà, dovrà essere bravo il mister a gestire i momenti negativi che ci saranno durante la stagione ma il Lecce ha alle spalle una grande società e il grande entusiasmo della gente, che sarà un punto di forza nelle partite interne nelle quali si dovrà cercare di costruire la salvezza. Una salvezza – chiosa Coralloche per il Lecce varrebbe tanto!”.

Marco MONTAGNA
Giornalista pubblicista dal 2012, fondatore e direttore responsabile di SalentoSport, collaboratore di Tuttomercatoweb dal 2009, corrispondente per Piazzasalento dai Comuni di Melissano, Racale e Alliste dal 2011 al 2017, collaboratore per la redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia dal 2015.

Articoli Correlati