COPERTINO – Picciotti: “Il Vantaggiato come una bolgia, sogno una bandiera rossoverde su ogni casa…”

Il Copertino continua a scalare le posizioni di classifica del campionato di Prima Categoria Girone C e al “Guido Vantaggiato” le presenze dei tifosi sugli spalti continuano ad aumentare domenica dopo domenica. Enrico Picciotti, a nome di tutta la società, manifesta il suo grande entusiasmo per questo piccolo traguardo raggiunto. “Quando abbiamo rilevato il titolo del Ruffano in estate, il primo obbiettivo della nuova società era quello di vedere nuovamente il Comunale stracolmo di tifosi, di famiglie, bambini e con il passare delle giornate constatiamo che stiamo riuscendo ad avere una buona affluenza di pubblico. Il Vantaggiato deve essere una bolgia – continua l’imprenditore edile – il nostro dodicesimo uomo in campo, nei prossimi mesi faremo diverse iniziative per portare le scolaresche e le associazioni giovanili a gremire il nostro splendido stadio”.

Per l’ad rossoverde il calcio a Copertino deve essere un bene ed un patrimonio di tutta la cittadinanza. “Vorrei sensibilizzare tutta la comunità copertinese – sottolinea Picciotti a venire allo stadio la domenica o quando giochiamo nelle città vicine alla nostra, per continuare a sognare il ritorno in pochi anni nel calcio che conta. Ogni domenica lo stadio deve diventare un luogo di festa e aggregazione sociale – continua l’ad del Copertino Calcio – dobbiamo essere un esempio per tutte le altre tifoserie,il mio sogno, coltivato da adolescente, è quello di vedere una bandiera rossoverde su tutte le case dei copertinesi nei momenti più cruciali per la nostra squadra, facendo rifiorire così, l’amore fra la società sportiva e la città tutta”.

La squadra rossoverde domenica prossima affronterà la difficile trasferta di Trepuzzi: “Tutte le partite – conclude Picciotti sono difficili e insidiose, noi dobbiamo pensare sempre positivo e provare a vincere tutto gli incontri, vorrei invitare i nostri sostenitori a un comportamento corretto nei confronti della tifoseria avversaria, il nostro unico obbiettivo di ottenere i tre punti offrendo un gradevole spettacolo di calcio”.

Marco TARSI
Nato a Copertino 38 anni fa , laureato in economia e gestione delle attività turistiche e culturali, giornalista pubblicista dal 2014, redattore di Salento Sport, collaboratore della Gazzetta del Mezzogiorno e di Radio system network. Alla passione sportiva unisce quella instancabile di educatore scout nel gruppo Copertino 97!!

Articoli Correlati