Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS FRANCAVILLA – Foggia esagerato, biancazzurri al tappeto

Serata da incubo per la Virtus Francavilla allo “Zaccheria“. I biancazzurri di Calabro ricevono dal Foggia di Stroppa una sonora scoppola, 5-1, puniti probabilmente anche oltre i propri demeriti. Serata di grazia per i rossoneri, che indirizzano il match a proprio favore già dalle primissime battute.

La cronaca. Novanta secondi, bello scambio tra Sainz Maza e Rubin, col terzino che si propone in area e viene abbattuto malamente da Idda. Calcio di rigore per i rossoneri, Mazzeo spiazza Albertazzi e firma il vantaggio foggiano. Avvio veemente dei padroni di casa, al minuto 8 combinano ancora Sainz Maza e Rubin, sinistro dell’ex Torino lontano, però dal bersaglio grosso. Al 9’ Nzola spaventa il Foggia. L’attaccante parte in velocità, brucia Martinelli, si presenta in area e spara col sinistro in diagonale, pallone sul fondo. Gara vivacissima, 11’: lancio di De Toma per Nzola, determinante l’uscita di Guarna che con i piedi spedisce in fallo laterale.

Al 22’ Deli smarca Agazzi all’interno dell’area, destro a giro su cui è ottima la risposta di Albertazzi. Chiricò si avventa come un falco sulla ribattuta ma mette fuori a porta sguarnita. Al 26’ ancora difesa Virtus disattenta, Mazzeo ne approfitta ed esplode un mancino violento, strepitoso Albertazzi a negare la doppietta all’attaccante rossonero. Al 32’ raddoppio della formazione di Stroppa: affondo di Rubin che sfugge a Pino e serve in mezzo per Mazzeo il quale, liberissimo, di testa realizza la sua doppietta. La reazione del Francavilla è in un destro telefonato di Alessandro, Guarna non ha problemi. Al 43’ assolo di Sainz Maza, conclusione dai venti metri destinata all’incrocio, Albertazzi vola e mette in angolo. Dalla bandierina Chiricò pesca Loiacono, il colpo di testa indisturbato del terzino vale il 3-0 con cui si va al riposo.

In avvio di ripresa si fa vedere Nzola che salta bene due avversari ma conclude debolmente. Pochi minuti dopo ci prova Rubin con un tiro al volo sugli sviluppi di un angolo, sfera sul fondo. Al 5’, Mazzeo serve Sainz Maza davanti porta, ancora Albertazzi sugli scudi. Al 13’ Deli cerca di sorprendere l’estremo difensore virtussino con un rasoterra dal limite, ma il giovane portiere biancazzurro è attento; al 18’, angolo di Alessandro, Idda si avvita bene ma non trova lo specchio. Al 21’ il destro ciccato di Alessandro diventa assist invitante per Pastore che col mancino costringe Guarna ad un complicato intervento.

Al 33’, Triarico lavora un buon pallone e crossa basso al centro, Idda devia il pallone che dà un bacio al palo e si insacca alle spalle di Guarna. Al 45’ verticalizzazione illuminante di Rubin per Di Piazza che si presenta davanti ad Albertazzi e firma il poker dei Satanelli, debuttando nel migliore dei modi davanti al pubblico amico. Nel secondo minuto di recupero, Sicurella avvia l’ennesima ripartenza foggiana, Gerbo la rifinisce per Di Piazza che apre il piattone e piega Albertazzi per il 5-1 definitivo.

Un passo falso da archiviare in fretta per la Virtus Francavilla di Calabro, già dal prossimo turno quando al “Giovanni Paolo II” arriverà l’Akragas.

QUI IL TABELLINO DI FOGGIA-VIRTUS FRANCAVILLA