MARTINA – ‘Tursi’ stregato, col Campobasso prosegue il digiuno casalingo

Stemma Martina Franca

Il Martina non sa più vincere in casa, il digiuno continua e arriva a superare i quattro mesi (da quel Martina-Gavorrano 2-1) mostrando una squadra che crea poco e non finalizza. Di contro un Campobasso che coglie un palo nella prima frazione e crea pochi grattacapi alla retroguardia martinese. Sintesi di una gara anonima e di un punto che muove la classifica di entrambe le formazioni ma regalando poco spettacolo agli spettatori accorsi in un ‘Tursi’ immerso circondato dal forte vento.

LA GARA. Il fortissimo vento di Tramontana presente sul ‘Tursi’ stava quasi per regalare il vantaggio al Martina al 3’ minuto: rilancio di Perina dalla sua area col pallone che sospinto dal vento viaggia ancor più veloce rimbalzando innanzi a Iuliano che, leggermente fuori dai pali, deve retrocedere e smanacciare sulla traversa per evitare un gol che avrebbe avuto dell’incredibile. Al 10’ sugli sviluppi di una punizione guadagnata per fallo su Tundo (ammonito Curcio) è Scarsella a provare il tiro dal limite dell’area servito da Petrilli. Poca fortuna e palla che termina a lato. Un minuto dopo Fella si incunea in area dal fronte destro e supera Perina in uscita con un diagonale che è deviato sulla linea dalla difesa biancoazzurra.

Subito dopo Perina deve intervenire su Marino che con un controllo poco convincente non trova lo spazio per battere a rete. In mezza girata al 13’ Gambino spara altissimo al termine di un’azione confusa ma insistita per il Martina. Al 21’ punizione dai 25 metri battuta da Rana: sul primo tentativo la palla è respinta dalla barriera e ritorna tra i piedi di Rana che di prima prova il destro che si spegne di poco a lato. Al 25’ ben tocco di Petrilli sulla sinistra a smarcare Tundo che dalla linea di fondo inventa un cross molto pericoloso sul quale Iuliano si supera respingendo la minaccia e subendo un colpo alle braccia fortunatamente non grave. La gara è vivace guardando i ritmi di gioco ma propone un numero limitato di azioni da gol o pericolose tra le quali quella del 32’ quando Dispoto in azione personale prova il tiro dalla tre quarti che termina di pochissimo a lato.

Un minuto dopo un tocco di Mangiacasale in area impatta sul braccio di un difensore ospite, i biancoazzurri reclamano in modo vivace il rigore ma il direttore di gara fa cenno in modo palese di aver visto e di ritenere l’azione regolare. Al 42’ il Campobasso colleziona la palla gol più pericolosa della frazione: su cross corto di Silvestri la palla arriva a Fella che appostato al limite dell’area scaglia un destro a mezza altezza che Perina devìa leggermente. La palla incoccia il palo e ritorna in campo nella zona presidiata dall’estremo locale che blocca in presa. Due minuti dopo Scarsella prova il missile dai 20 metri. La palla sibila accanto al palo alla sinistra di Iuliano e termina out. Dopo due minuti di recupero termina un primo tempo avaro di emozioni.

Al 6’ minuto la prima emozione della ripresa: un lungo lancio dalle retrovie innesca la corsa di Majella che a tu per tu con Perina viene ipnotizzato dall’estremo martinese bravo a deviare con i piedi. Al 7’ Bitetto si gioca la carta Marsili per Fiorentino. Al 15’ cross di Tundo dalla sinistra per Mangiacasale che appostato sull’out di destra cede al centro dell’area piccola all’accorrente Gambino che cicca completamente il pallone a tu per tu con Iuliano sprecando un’azione da gol importante. Ancora per Rana a dare maggior trazione a un Martina che ha il problema di creare oltre che quello di realizzare.

Il ritmo si alza un po’ e il Martina anche se in modo poco preciso riesce a farsi vedere in area avversaria con Mangiacasale e Ancora ma il gol non arriva e il Campobasso si limita ad agire di rimessa. Al 35’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo ospite il difensore centrale Boi di testa in area trova l’inzuccata che termina di poco out sul palo alla destra di Perina. Dopo 4 minuti di recupero termina un secondo tempo se possibile meno interessante del primo. Un pareggio a reti bianche fondamentalmente giusto per la pochezza di azioni da gol costruite dalle due formazioni.


Camp. Naz. Seconda Divisione LegaPro gir. B – 11° giornata di ritorno.

Domenica 24/03/2013 ore 14.30 – Stadio ‘G.D. Tursi’ Martina Franca (TA).

AS MARTINA FRANCA 1947 – CAMPOBASSO 0-0

Reti: /

MARTINA FRANCA (4-4-2): Perina, Dispoto, Tundo, Fiorentino (7’st Marsili), Filosa, De Lucia, Mangiacasale, Scarsella, Gambino, Petrilli (37’st Provenzano), Rana (17’st Ancora). All. Bitetto. A disp.: Modesti, Di Dio, Anaclerio, De Vita.

CAMPOBASSO (4-4-2): Iuliano, Silvestri, Esposito (14’st Pascucci), Boi, Marino, Minadeo, Bussi (33’st Lacheheb), D’Allocco, Fella, Curcio (25’st Di Vicino), Majella. All. Vullo. A disp.: Cattenari, Petrassi, Di Libero, Grillo.

Ammoniti: Curcio (C), Scarsella (M), Silvestri (C), Ancora (M). Espulso: Nessuno. Angoli: 7-2. Recupero: 2’, 4’.

Note: Spettatori 500 circa. Assente la tifoseria ospite.
Arbitro: Sig. Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti: Sigg.ri Gianluca Mertino di Torre Annunziata e Alessandro Agostini di Frosinone.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…