MARTINA FRANCA – Baclet, De Lucia e Schetter affondano la Lupa Castelli

martina franca (p. conserva)

Foto: @Paolo Conserva

Il Martina Franca batte la Lupa Castelli Romani con un roboante tre a zero, mantiene distante l’ultimo posto e recupera convinzione nei propri mezzi. In effetti, da quando Incocciati ha trovato la quadratura con un classico 4-4-2 i suoi, almeno nelle gare interne, riescono a mantenere un certo equilibrio e a conquistare l’intera posta in palio. Dopo la sconfitta di Andria, l’entusiasmo della vincente gara casalinga con l’Akragas si è raffreddato e la prova evidente è la ridotta presenza degli spettatori sugli spalti. Senza l’infortunato portiere titolare Viotti e senza Viola, che ha rescisso e si è promesso al Monopoli, Incocciati propone quasi la stessa formazione vincente coi siciliani di due settimane fa, schierando Basso, classe ’95, nel ruolo che fu di Viola in quella gara.

I ritmi sono quelli tipici di una gara tra due squadre che lottano per salvarsi; come dire, poco spettacolo e molta sostanza, con gioco spezzettato e parecchio fraseggio a centrocampo, segno evidente che nessuno vuole rischiare. Al 12′ Lupa pericolosa con un affondo in area di Scardina su cui Marchetti, con una certa intensità sul piano fisico, rimedia in angolo. Affondo sulla destra di Cristea al 21′ il cui diagonale viene deviato prima dal portiere e poi da un difensore in angolo. Al 27′ fallo evidente di Rosato su Schetter: rigore che Baclet trasforma spiazzando Secco. La reazione al gol martinese dei romani sta tutta in un colpo di testa di testa al 36′ di Morbidelli su cross dalla sinistra di Carta che finisce di poco a lato. Cristea al 45′ chiude la prima frazione facendo tutto da solo, portandosi a spasso un avversario al limite dell’area e cercando la porta con un tiro che finisce di poco alto sulla traversa.

Nella ripresa, al secondo giro di lancette, svarione difensivo sulla sinistra, cross di Carta per la semi rovesciata, in assoluta solitudine, di Scardina che manda la palla alta sulla traversa. Incocciati, preso atto delle difficoltà di Allegra su quella fascia, cinque minuti dopo lo sostituisce con Antonazzo e la differenza si avverte. Al 16′ Schetter recupera palla nella propria metà campo su Aquaro, se ne va e serve Baclet sulla sinistra che entra in area e tira di potenza sul palo destro di Secco, ma la sfera finisce sull’esterno della rete. Schetter in contropiede al 27′ esalta Secco che devia in angolo dai cui sviluppi Cristea di testa manda la palla alta di poco. Ma è al 28′ che Cristea dà il meglio di sé, suggellando un’ottima prova ancora una volta, andandosene in slalom sulla destra, mantenendo il possesso palla e servendo l’accorrente De Lucia che infila l’incrocio dei pali alla destra di Secco. La Lupa sbanda ed allora al 33′ Schetter se ne va in progressione in area, impegna alla respinta Secco che poi nulla può sulla ribattuta con la palla che finisce in fondo al sacco. La gara, in pratica, finisce qui e la speranza è che ora il Martina cambi l’abito da Dr Jeckill & Mr. Hide, modificando anche l’atteggiamento in trasferta a cominciare da domenica prossima, al “Vigorito” di Benevento.

Niente contributi nel post-gara di MartinaLupa Castelli per via del silenzio stampa che il club itriano sta continuando ad osservare.

***

Domenica 6/12/2015, ore 17.30
Stadio “G.D. Tursi” di Martina Franca (TA)
Lega Pro gir. C 2015/16 – 14^ Giornata

MARTINA FRANCA – LUPA CASTELLI ROMANI 3 – 0
RETI: 27’pt Baclet (MF) su rigore, 28’st De Lucia (MF), 33’st Schetter

MARTINA: Gabrieli, Allegra (7’st Antonazzo), Curcio, Zappacosta (21’st De Lucia), Migliaccio, Marchetti, Basso, Cristofari, Baclet, Schetter (34′ Bogliacino), Cristea. A disposizione: Simone, Sirignano, Gabrielloni, Puntar, Cardore, Gaetani, Cassano. Allenatore: Incocciati
LUPA CASTELLI ROMANI: Gobbo Secco, Rosato (1’st Mazzei), De Gol, Aquaro, Volpe, Petta, Morbidelli, Strasser, Scardina, Carta (14’st Mastropietro), Roberti. A disposizione: Tassi, Proietti, Kosovan, Ricamato, Mancini. Allenatore: Cioci
ARBITRO: Amabile di Vicenza (D’alberto – Pizzi)
NOTE: Serata umida con cielo sereno, temperatura intorno ai 7° e terreno scivoloso. Spettatori 1000. Ammoniti: Rosato, Aquaro e Petta (LPR). Angoli: 5-3 per la Lupa Castelli Romani . Recupero: pt 3′ ; st 4′.

Articoli Correlati

  • rizzo-coribello LECCE – Rizzo sul Catania: “Una squadra arrabbiata con Lodi a dettare i tempi”. Pacilli e Marino ok

    “Lavorare reduci da una vittoria aiuta sempre. Ripartiamo dalla prestazione offerta con il Trapani, di carattere, attenzione e determinazione”. Così Robertino Rizzo alla vigilia di Catania-Lecce, in programmi domani sera, in terra siciliana, con calcio di inizio fissato alle ore 20.30. “Questa mattina abbiamo svolto la rifinitura in Calabria – ha aggiunto – Pacilli e Marino…

  • magri-di-campi VIRTUS FRANCAVILLA – Magrì: “Polverone politico sulla questione stadio. Ora religioso silenzio”

    Il presidente onorario della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha posto chiarezza col seguente comunicato sulla questione legata al “Giovanni Paolo II”. “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal club biancazzurro – apprendo con stupore che una mia dichiarazione sulla questione stadio ha dato vita ad un polverone politico con diverse prese di…

  • bleve caputo LECCE – Doppio movimento di portieri: Bleve parte, blindato Chironi

    Movimento di portieri in casa Lecce. La società ha appena ufficializzato l’allungamento del contratto con Gianmarco Chironi, estendendolo sino al 30 giugno del 2020. Contestualmente i giallorossi hanno ceduto, a titolo temporaneo e con diritto d’opzione, il diritto alle prestazioni sportive di Marco Bleve alla Ternana Calcio. Per Bleve si tratta, quindi, di approcciarsi al…

  • Comunicato ufficiale Taranto TARANTO – Ufficio stampa e segreteria si rifanno il look

    Il Taranto prosegue l’opera di allestimento del nuovo organigramma societario, che si colora di rosa. A pochi giorni dalla presentazione ufficiale del tecnico e del direttore sportivo, la società presieduta da Elisabetta Zelatore annuncia gli arrivi di Ninni Cannella, in qualità di addetto stampa e della signora Mariagrazia Sigrisi, a capo della segreteria. A fargli…

  • caturano-salvatore-lecce-leccesetteIT LECCE – Meluso blinda Caturano: “Lo vogliono? Costa almeno due milioni”. Agostinone saluta

    Ancor prima dell’inizio del campionato, il Lecce è costretto a difendersi da un attacco avversario. Non parliamo di sfide sul campo bensì dietro la scrivania, poiché il neo retrocesso Pisa si è lanciato a capofitto alla ricerca di un attaccante il cui profilo risponde al nome di Salvatore Caturano. Il tecnico dei toscani Carmine Gautieri ha…

Lascia un commento