Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

L’AVVERSARIO – Rientrano Crivello e Frara, Stellone ha tutti a disposizione. Insidia Paganini

Siam ormai prossimi all’atto terzo di Lecce-Frosinone, un duello che si è mostrato entusiasmante sin da quando i giallorossi di Lerda hanno scalato la classifica fino a lottare per i primissimi posti proprio con i ciociari, che alla fine sono riusciti a chiudere il campionato con un punto in più in classifica. Chi pensava fosse finita lì, però, è stato subito spentito, perché i playoff hanno decretato proprio la sfida tra salentini e laziali come atto conclusivo per decidere chi, assieme al Perugia, tornerà tra i cadetti.

Nei precedenti stagionali”nbsp;di regular season le due compagini hanno conquistato una vittoria a testa con uguale distacco di reti (3-1 per il Frosinone all’andata e 2-0 per il Lecce al ritorno), sfruttando al meglio il fattore campo, sebbene sulla vittoria dei ciociari pesi, e non poco, l’operato dell’ormai famoso arbitro Abisso, che condizionò una gara in cui era quantomeno più giusto il pareggio. Niente storia invece due mesi fa al “Via del Mare”, dove con le reti di Beretta e Bogliacino i ragazzi di Lerda ebbero meritatamente la meglio al termine di una gara in cui l’attacco ospite non impensierì minimamente Nicholas Caglioni.

Il tecnico del Frosinone Stellone spera di non ripetere la stessa magra figura della gara in Salento di campionato (in cui fu anche espulso), ed è riuscito a recuperare in extremis tutti gli acciaccati degli ultimi giorni, in modo particolare Crivello e Frara che avranno il loro posto rispettivamente nel ruolo di difensore e centrocampista di fascia sinistra nel 4-4-2 utilizzato dall’ex attaccante giallorosso. Sulla destra dovrebbe invece agire l’uomo più in forma dei canarini, ossia Luca Paganini, decisivo con il Pisa, mentre la coppia d’attacco sarà composta da Davis Curiale e Daniel Ciofani.