Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

L’AVVERSARIO – L’ombra del calcioscommesse sul Frosinone: sotto inchiesta gara con la Paganese

È di ieri la notizia che la gara Paganese-Frosinone è stata inserita nel rapporto annuale che Federbet consegna, alla fine di ogni stagione calcistica, al Parlamento europeo, nel quale vengono riportate tutte le partite che hanno registrato un flusso di scommesse anomale e che potrebbero essere dunque truccate. Nel corso di una stagione molto turbolenta per il club ciociaro, ecco che arriva ora anche l’ombra del calcioscommesse, a sommarsi alla lunga coda di polemiche che hanno costellato in parallelo l’ottimo andamento sportivo della squadra di Stellone.

In principio fu l’arbitro Abisso, che con il suo molto discutibile arbitraggio in Frosinone-Lecce di inizio dicembre fece infuriare e gridare allo scandalo la società  di piazza Mazzini, allibita dall’atteggiamento e dalle parole proferite dal direttore di gara nel corso del sopracitato incontro. A rincarare la dose ci pensò, qualche mese più tardi, il dg del club giallazzurro Salvini, che ebbe la non felice idea di dichiarare di essere a conoscenza di un “oscuro segreto” che avrebbe permesso al suo club di arrivare primo in campionato, facendo insospettire non poco le dirette concorrenti Perugia e Lecce, le quali chiesero alla Lega di aprire un’inchiesta.

Ecco che si arriva poi a Paganese-Frosinone del 9 febbraio. I ciociari sono in piena lotta per il primo posto, ma stanno incontrando qualche ostacolo di troppo sul campo dei campani, senza ormai più nulla da chiedere al campionato. In extremis arriva il gol della vittoria ospite, seguito dalla denuncia del tesserato azzurrostellato Grillo, che nel dopogara dichiara: “I calciatori del Frosinone ci hanno chiesto per tutta la partita di farli vincere perché loro si stavano giocando la promozione in Serie B”. Dichiarazioni che scaldano ulteriormente gli animi nei piani alti del girone B e qualche settimana più in là , dopo aver assistito alla a dir poco rocambolesca vittoria ciociara sul campo del Gubbio ed accompagnata dall’ennesimo arbitraggio dubbio, è il ds del Perugia Goretti a gettare benzina sul fuoco: “Il Frosinone è nettamente aiutato dagli arbitri, così andrà  in Serie B”.

Per sua fortuna, invece, è stato proprio il suo Perugia a strappare per primo il biglietto per i cadetti. Ora non ci resta che aspettare per vedere se anche questa indagine sulla presunta combine di Paganese-Frosinone si concluderà  con un nulla di fatto. Nel frattempo però il club laziale ha un appuntamento ben più importante e concreto davanti: la finale di sabato con il Lecce, in cui le due squadre sperano di mettere fine alle tante polemiche stagionali con la promozione in Serie B.