Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Primavera tafazziana tra errori, sprechi e sfortuna. Il Cagliari ringrazia e incassa

Lecce tafazziano all’Heffort: regali, sprechi, ingenuità, sfortuna e il Cagliari torna a casa con le tasche piene.

La prima giornata di ritorno del torneo Primavera 1 si apre subito nel peggiore dei modi: difesa giallorossa in bambola, Tramoni va via a destra e, da posizione defilata, punisce un non proprio incolpevole Borbei. Lo stesso Tramoni, al 10′, rischia di raddoppiare su un’altra mezza bambola di Hasic e, di testa, colpisce debolmente verso Borbei che blocca. La replica giallorossa è tutta in un piazzato di Salomaa, alzato in corner da D’Aniello. Allo scadere, però, prima ghiotta occasione sprecata dai salentini: da corner, la palla danza a un metro dalla linea di porta. Hasic ci prova due volte, ma per due volte trova la respinta del portiere cagliaritano che salva il vantaggio i suoi con un doppio intervento decisivo.

Ma la sorte dà subito un’altra chance al Lecce: al 2′, Salomaa scappa via a Zallu che lo trattiene fallosamente e lo trascina giù in area. L’arbitro estrae il rosso diretto e decreta il rigore. Dal dischetto di va Gonzalez: rincorsa dritta, in asse col pallone, poi la curva improvvisa e il piattone di destro. Pallone troppo largo alla sinistra di D’Aniello e il Lecce deve mangiarsi nuovamente le mani. Il Cagliari passa subito all’incasso ma per via di un’altra ingenuità leccese: Carrozzo, già ammonito, si fa sventolare il secondo giallo e ristabilisce la parità numerica. Minuto 12, il Cagliari ne approfitta ancora: tiro secco di Luvumbu non disinnescato da Borbei che accomoda il pallone per il comodo tap in di Tramoni ed è 0-2. Al minuto 69′ è Daka a sciupare un pallone d’oro per riaprire l’incontro, sparando altissimo dai 13 metri e, un minuto dopo, Tramoni firma il tris cagliaritano, penetrando tra Nizet e Hasic e fulminando Borbei sul suo palo. Il Lecce trova il gol della bandiera solo al 75′, quando ormai è troppo tardi: azione personale di Gonzalez, palla dietro per Vulturar che batte d’incontro e infila il pallone sotto la traversa dai 18 metri. Nei minuti finali, il Cagliari va vicino al poker con Yanken, due volte e, prima del triplice fischio, c’è tempo per altre due colossali palle gol salentine. All’89’ una punizione di Vulturar, deviata da un difensore sardo, costringe D’Aniello all’intervento disperato. Il pallone batte sulla traversa, poi sulla linea, ma non entra. Al 90′, Oltremarini confeziona un assist d’oro per Salomaa che, da posizione ottima per sparare in porta, fallisce clamorosamente lo specchio.

Giornata da dimenticare in fretta per i ragazzi di Grieco, che, giovedì alle 14.30, avranno subito l’opportunità per rifarsi sul campo del Bologna.

IL TABELLINO

Parabita (Le), Heffort Sport Village
domenica 13 febbraio 2022, ore 11
Primavera 1 2021/22 – giornata 1 rit.

LECCE-CAGLIARI 1-3
RETI: 4′, 57′ e 70′ Tramoni (C), 75′ Vulturar (L)

LECCE (4-3-3): Borbei; Lemmens, Hasic (74′ Russo), Pascalau (84′ Haakmat), Nizet; Johannsson (46′ Macrì), Vulturar, Gonzalez; Daka (74′ Oltremarini), Carrozzo, Salomaa. A disp. Bufano, Burnete, Coqu, Dima, Dreier, Gallorini, Scialanga. All Grieco.

CAGLIARI (4-3-3): D’Aniello; Zallu, Palomba, Iovu, Desogus (46′ Masala); Schirru (50′ Sulis), Conti, Cavuoti (65′ Carboni); Astrand, Tramoni (76′ Pulina), Luvumbo (76′ Yanken). A disp. Caddeo, Corsini, Fusco, Martino Coriano, Murru, Vitale. All.

ARBITRO: Emmanuele di Pisa.

NOTE: ammoniti Carrozzo (L); espulsi: al 47′ Zallu (C) per aver interrotto una chiara occasione da gol; al 53′ Carrozzo (L) per doppia ammonizione. Al 48′ Gonzalez (L) calcia fuori un rigore. Rec 0′ pt, 4′ st.

(foto: C. Vulturar, autore  del gol leccese – ph Coribello/SalentoSport)