ECCELLENZA – Vieste e Gallipoli, i playoff si allontanano. Riscatto Otranto, e adesso c’è il Casarano: il punto dopo la 22ª

Vincono le prime quattro della classifica. Undicesimo risultato utile consecutivo per il Casarano, il Brindisi conquista la posta intera dopo due partite interlocutorie. Barletta e Fortis Altamura in grande forma

campanella-fabio-sisalli-daniele-fortis-altamura

Foto: Campanella e Sisalli della Fortis Altamura (©SalentoSport/M. Coribello)

Vincono le prime quattro della classifica. Tutto secondo copione, dunque, nella ventiduesima giornata del campionato di Eccellenza. Dieci giorni dopo l’andata della finale di Coppa Italia si ritrovano in campionato Casarano e Corato. Finisce con lo stesso risultato. Vincono i rossazzurri per 1-0, grazie alla rete dell’ex Di Rito. Nona vittoria nelle ultime undici giornate, undicesimo risultato utile consecutivo per il Casarano, che conferma la leadership sia nella classifica generale, mantenendo inalterato il vantaggio di nove punti sul Brindisi, che nella speciale classifica degli attacchi più prolifici, con quarantanove reti all’attivo.

Torna al successo, dopo due partite senza vittoria, il Brindisi  e difende il secondo posto dalle offensive del Barletta. Gli uomini di mister Olivieri, che in attacco non risparmia l’artiglieria pesante, s’impongono per 2-0 al “Celestino Laserra”, contro un’Avetrana molto giovane ma ben organizzata e per nulla rinunciataria. Si allunga a sedici la striscia positiva del Barletta, che tiene in scia il Brindisi grazie a un gol, dopo appena otto secondi di gioco, di Saani, vero e proprio protagonista della gara con il Mesagne, non solo per averla decisa, ma anche per aver lasciato la sua squadra in inferiorità numerica intorno alla mezzora del primo tempo. Assume, dunque, una rilevanza ancora maggiore il successo dei biancorossi, su un campo difficile come quello dei brindisini. Che restano invischiati in zona retrocessione e nell’anticipo di sabato saranno impegnati in un derby molto caldo al “Fanuzzi” con il Brindisi.

Nella parte della bassa della classifica va a punti solo il San Severo, che impatta in casa con il Vieste, frenandone la rincorsa playoff. Il distacco dei foggiani comincia a farsi pesante, così come quello del Gallipoli, che perde lo scontro diretto con l’Altamura. È una squadra in grande salute la Fortis, che rafforza la quarta piazza e colleziona il sesto risultato utile di fila, quarta vittoria in sei giornate.

È sempre più vicino alla quota salvezza il Trani, che sbanca il campo della Molfetta Sportiva e continua a costruire le proprie fortune soprattutto su una grande solidità difensiva. Tre mattoni importanti sulla strada che porta alla permanenza nella categoria anche per l’Otranto, che s’impone in rimonta sul terreno di gioco del Bisceglie. Un successo per niente scontato, che arriva dopo un periodo piuttosto difficile per gli idruntini, che non vincevano da quattro partite. E domenica prossima i ragazzi di Gigi Bruno saranno messi alla prova dal derby salentino con la capolista Casarano.

In risalita anche il Molfetta Calcio, che contro il Terlizzi cala un poker di vittorie. Per il Terlizzi si tratta del sesto ko consecutivo. La difesa meno battuta, tredici gol subiti, è quella del Barletta; la più perforata quella dell’Avetrana, con sessantuno centri al passivo. I tarantini sono anche la squadra che ha pareggiato di più, nove volte, insieme al Barletta.

Articoli Correlati