Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA – Venti di “nuova ripartenza”: quando, come e in che termini? Il punto della situazione

Il campionato di Eccellenza come torneo “di preminente interesse nazionale”? Il Coni, ente superiore a tutte le federazioni sportive nazionali, è d’accordo. Di conseguenza, nel prossimo Consiglio federale Figc, il primo del nuovo mandato elettorale di Gabriele Gravina, l’argomento sarà discusso e dibattuto.

La tesi esce rafforzata dal ‘placet’ del Coni, ma ciò non sembra sufficiente per dare il via libera ai massimi campionati dilettantistici regionali, anche alla luce delle nuove disposizioni in arrivo per prevenire i contagi dalle varie varianti di Covid che, purtroppo, stanno prendendo piede nel nostro Paese. Il Comitato tecnico scientifico al servizio del nuovo governo presieduto da Mario Draghi dovrebbe, entro domani, sottoporre all’Esecutivo i nuovi pareri sui quali, poi, lo stesso Governo baserà le nuove disposizioni normative che saranno in vigore dal 6 marzo e sino al 6 aprile , coprendo, così, le festività pasquali.

Le restrizioni dovrebbero essere confermate quasi in toto: mascherina, coprifuoco dalle 22 alle 5, divieto di spostamento tra regioni, ma anche nuove tonalità di rosso e arancione, per delimitare, ancora di più e in maniera più stringente, le aree del territorio più soggette alla diffusione del contagio.

LO SPORT E IL CASO ECCELLENZA – Per quanto concerne le attività sportive, sembra che possa slittare la riapertura delle palestre, delle piscine e dei centri danza, anche se è allo studio la possibilità di permettere gli allenamenti individuali, rispettando un rigido protocollo.

Detto questo e tornano al punto: non sembrano queste le condizioni ideali che spingeranno il Governo e i responsabili dello Sport (il presidente Draghi, al momento, detiene per sé la delega) ad allentare la catena sul mondo dilettantistico regionale. L‘Eccellenza pugliese è ferma dal 25 ottobre e ha mandato in archivio solo le prime quattro giornate di campionato. Alla fine del girone d’andata ne mancherebbero nove; per ultimare la regular season, se ne dovrebbero giocare altre 22. Ma quando?

Tenuto conto che, dal momento dell’eventuale ripartenza, ci vorrebbero – presumibilmente – almeno tre o quattro settimane di allenamenti per ritrovare la condizione atletica minima per affrontare il nuovo restart, e che ci sono le festività pasquali in arrivo; ammettendo per ipotesi, che si possa avere il via libera col Decreto in vigore dal 6 marzo, quando si potrebbe tornare in campo, approssimativamente? Sempre per assurdo, prendiamo il calendario e proviamo a fissare a domenica 11 aprile la data dell’eventuale ripresa del campionato. In quella data, sempre per assurdo, si dovrebbe giocare la quinta giornata di Eccellenza. Andiamo avanti, considerando un turno a settimana, la domenica:

giornata 5: domenica 11 aprile
giornata 6: domenica 18 aprile
giornata 7: domenica 25 aprile
giornata 8: domenica 2 maggio
giornata 9: domenica 9 maggio
giornata 10: domenica 16 maggio
giornata 11: domenica 23 maggio
giornata 12: domenica 30 maggio
giornata 13: domenica 6 giugno

Secondo questa ipotesi, il girone d’andata si chiuderebbe il 6 giugno, ormai in estate, periodo di lavori stagionali, magari legati al turismo o all’indotto. Si era parlato di stoppare il calendario a fine girone d’andata per trarre i conseguenti verdetti. In questa ipotesi, lo si potrebbe fare dal 6 giugno. Qualora si riuscisse a inserire qualche turno infrasettimanale (facciamo tre?), la data di fine andata potrebbe essere quella del 16 maggio. Ci sarebbe tempo per chiudere la stagione (termine ultimo 30 giugno), ma “fotografando” la classifica solo a fine girone d’andata. Con tutto quello che ne consegue dal lato etico-sportivo.

Torniamo all’ipotesi originaria: una partita a settimana, ogni domenica. Cominciando il 13 giugno il girone di ritorno, si chiuderebbe il 5 settembre. Fuori tempo massimo. Ma mettiamo, sempre per assurdo, che si voglia provare a completare anche il girone di ritorno e vediamo quali sarebbero le date:

giornata 14: domenica 13 giugno
giornata 15: domenica 20 giugno
giornata 16: domenica 27 giugno
giornata 17: domenica 4 luglio
giornata 18: domenica 11 luglio
giornata 19: domenica 18 luglio
giornata 20: domenica 25 luglio
giornata 21: domenica 1° agosto
giornata 22: domenica 8 agosto
giornata 23: domenica 15 agosto (Ferragosto)
giornata 24: domenica 22 agosto
giornata 25: domenica 29 agosto
giornata 26: domenica 5 settembre

Riassumendo: i tempi per completare il campionato sembra non ci siano; nell’ipotesi più ottimistica, si potrebbe chiudere il girone d’andata. Le domande: con quali protocolli sanitari? Chi finanzia le spese delle società per i protocolli sanitari, già in piena crisi da mancati introiti? Chi si assume le responsabilità di eventuali contagi? Quali saranno i criteri per l’emissione dei verdetti? Ci saranno, nuovamente, dei cambi di format?

A chi di dovere, dare risposte.