Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: G. Tartaglia
ph: Coribello

OTRANTO – Il presidente Mazzeo e mister Tartaglia sul ‘magic moment’ biancazzurro

Momento più che positivo per l’Otranto, reduce da tre vittorie consecutive e attualmente secondo in classifica, a pari punti con l’Ugento (che domani recupera la gara interna col Manduria).

È contento, di quanto fatto sin qui, il presidente del club, Giovanni Mazzeo: “Siamo una piccola società che non si può permettere di fare il passo più lungo della gamba. Tutto deve essere ponderato per non rischiare di andare in difficoltà. Lavoriamo in maniera puntuale e professionale e nonostante le risorse limitate a disposizione, cerchiamo di organizzare ogni cosa al meglio. È doveroso un ringraziamento a tutti gli sponsor dai principali ai minori che con il loro impegno danno ulteriore senso al nostro lavoro”. Sul problema stadio, attualmente indisponibile per ristrutturazione: “Facciamo tutti sacrifici straordinari – commenta Mazzeola società che è costretta ad affrontare costi per potere allenarsi e giocare in strutture lontane da Otranto e i ragazzi costretti, loro malgrado, a giocare sempre in trasferta anche quando il calendario ci indica come a squadra ospitante. Questi problemi di contorno aumentano i meriti dello staff tecnico guidato da mister Tartaglia e dei calciatori. Viviamo un momento importante, guai ad allentare la tensione. Il nostro obiettivo primario rimane il raggiungimento della salvezza“.

Alla guida della squadra c’è mister Graziano Tartaglia. che condivide i risultati importanti di queste settimane con tutte le componenti biancazzurre. «I risultati sul campo – le parole dell’allenatore sono lo specchio di tutto il lavoro fatto dietro le quinte. È merito della società, di dirigenti e collaboratori che gravitano attorno alla squadra, dal primo dirigente al magazziniere, e dei ragazzi che non si risparmiano mai. Ho la fortuna di contare su una rosa importante, fatta di uomini in gamba e di calciatori importanti. I più esperti si mettono al servizio dei compagni più giovani e tutti hanno un forte senso del dovere e si impegnano al massimo».

Mister Tartaglia non guarda la classifica: «È chiaro che siamo consapevoli di stare facendo qualcosa di buono ma bearci sui risultati sinora raggiunti sarebbe un errore. Dobbiamo continuare a lavorare ogni giornopuntualizzaabbassare la guardia può essere rischioso. Quello di quest’anno è un campionato di Eccellenza complicato, non ci sono squadre materasso, ne abbiamo avuto la conferma con il Matino». L’allenatore del Città di Otranto conclude: «Da dicembre comincerà una nuova stagione, dobbiamo spingere per metterci al riparo da brutte sorprese. Una volta tranquilli potremo alzare l’asticella dei nostri obiettivi».

(fonte: US Otranto Calcio)