OTRANTO – Bruno si gode la partenza sprint dei suoi, ma avverte: “Questo è un campionato terribile, occorre volare bassi”

"La Coppa Italia non è un reale obiettivo - aggiunge il tecnico - ma ci servirà per dare spazio a chi gioca meno in campionato e a chi, come Gennari, dovrà trovare la condizione fisica migliore"

bruno-gigi-otranto-ss-coribello-080919

Foto: Gigi Bruno (©SalentoSport/M. Coribello)

Protagonista di questo primo trittico di partite di Eccellenza è stato senza dubbio l’Otranto di mister Gigi Bruno, squadra tanto giovane quanto collaudata, in grado di espugnare prima il Bianco di Gallipoli e di regolare poi in maniera agevole la pratica Deghi in Coppa Italia, confermandosi ormai come una realtà della nostra Premier League regionale: “Sono molto contento per quanto visto in queste prime due uscite – racconta il tecnico idruntino –, forse se devo trovare un neo, lo trovo nella ripresa di Otranto in cui la squadra si è un po’ specchiata, subendo il ritorno degli avversari, per il resto invece posso ritenermi soddisfatto; è chiaro che la Coppa per noi non è un reale obbiettivo, ma ci servirà per dare spazio a chi gioca meno in campionato, e chi come ad esempio Gennari dovrà trovare la condizione fisica migliore”.

Dopo il blitz di Gallipoli, domenica l’Otranto ospiterà la Vigor Trani squadra con tante buone individualità e sempre ostica da affrontare, in un match che sarà un vero e proprio banco di prova per gli idruntini: “Come ho già detto ai miei ragazzi, questo è un campionato maledettamente terribile, in cui l’insidia è sempre dietro l’angolo; noi per cercare di recitare un ruolo da protagonisti dovremmo stare sempre al 100% sotto tutti i punti di vista, lavorando giorno dopo giorno e cercando di assimilare al meglio tutte le nozioni di gioco che vengono proposte durante la settimana e questo può avvenire solo con grande sacrificio e abnegazioneContro il Gallipoli abbiamo messo in campo molto di quanto provato in settimana e questo ci ha permesso di arrivare in porta in tre quattro occasioni con grande facilità, come avvenuto anche ieri in occasione del gol del vantaggio; domenica comunque sarà un’altra sfida molto difficile, noi dal canto nostro ci arriviamo abbastanza bene anche perché in un gruppo giovane come il nostro, la vittoria porta entusiasmo, ma è chiaro – conclude Bruno – che occorre volare bassi, senza mai perdere di vista i nostri obiettivi”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati