Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NOVOLI vs NARDÒ – Rana riprende Scarcella, Di Silvestro sul gong regala il derby al Toro

Prima vittoria sulla panchina del Nardò per Walter Monaco. Dopo i pareggi con Castellaneta e Locorotondo, i granata riescono ad imporsi al “Totò Cezzi” di Novoli a tempo scaduto brindando ai tre punti quando ormai il pareggio, il risultato apparso più giusto, sembrava scritto. Al vantaggio rossoblu firmato da Scarcella su rigore hanno risposto le marcature di Rana e Di Silvestro. Schipa disegna il Novoli con il 4-3-3. Davanti ad Antonica ci sono Indrili e Lopetuso. Sugli esterni Mento ed Elia. In mediana accanto a Caravaglio agiscono Cocciolo e Corallo. Il tridente offensivo si basa sull’esperto Alessandrì mentre più larghi ci sono Scarcella e Pariti. Monaco, ancora costretto a fare a meno di Palmisano, lascia fuori Romeo e Caporale, per scelta tecnica, e Bozzi, non al meglio. Il 3-5-2 granata vede Antico, De Giorgi e De Icco a formare la linea di difesa. Sulle corsie Fasiello e Mancarella. In mediana tutti i palloni passano dai piedi di Vicedomini, affiancato da Di Silvestro e S. De Razza. In prima linea con Rana c’è Rizzo.

Nel primo tempo il derby, colorato da una bella cornice di pubblico che riempie in ogni ordine di posto il “Cezzi“, è poco spettacolare e condizionato dal caldo che più volte ha costretto i giocatori a ricorrere all’uso delle borracce. Le azioni pericolose latitano ed è la noia a prendere il sopravvento. La prima occasione degna di nota arriva al 18′ quando Vicedomini attira su di sè gli avversari e serve Di Silvestro che dal limite lascia partire un bel destro che si perde di poco oltre il palo. Al 35′ il Novoli ci prova con una conclusione dal limite di Corallo che però non impensierisce Picco. Ad uno dei primi affondi della partita il Novoli passa. È il 40′ quando Scarcella cerca di penetrare in area dalla fascia e con un bel gioco di gambe inganna Mancarella che ingenuamente lo stende. Il sig. Masciale della sezione di Molfetta assegna il penalty e dal dischetto Scarcella non sbaglia portando avanti i suoi.

Dopo la pesante contestazione subita al rientro negli spogliatoi dai propri tifosi, il Nardò nella ripresa scende in campo più determinato e a tratti si vedono anche degli scambi interessanti. A cambiare il match sono le due sostituzioni operate da Monaco in avvio della seconda frazione con Caporale e Bozzi che prendono il posto di Fasiello e Rizzo, apparsi poco nel vivo del gioco. La prima occasione è però del Novoli, con Pariti che disegna dal limite una parabola insidiosa che si spegne alta sulla traversa. Il Toro dopo una fase di pressing altissimo si fa pericoloso al 13′. Angolo di Vicedomini, la difesa ribatte e la sfera termina tra i piedi dello stesso Vicedomini che lascia partire un diagonale da posizione defilata che colpisce l’esterno della rete. Dopo una serie di corner collezionati il Toro trova il pari al 15′. Vicedomini dalla bandierina disegna una parabola perfetta per la testa di Rana che insacca alle spalle di Antonica. Al 20′ il Novoli si fa vedere con un colpo di testa di Alessandrì che Picco blocca agevolmente. Gli uomini di Monaco sfiorano il vantaggio al 21′. Caporale se ne va sulla sinistra e mette in mezzo un traversone rasoterra su cui si avventa De Razza che, in spaccata, non inquadra lo specchio. Al 28′ Antonio De Razza, appena subentrato al fratello Stefano, se ne va per vie centrali e apre per Caporale che dal vertice alto dell’area lascia partire un violento esterno sinistro che costringe Antonica alla deviazione in angolo. Al 37′ una botta da fuori di Vicedomini si spegne a lato. Al 46′ l’occasione più ghiotta per il vantaggio capita sui piedi di Di Silvestro che, servito da Caporale, si libera e calcia alto dal dischetto del rigore. Dopo una ripresa tutta giocata all’attacco il Toro riesce nell’impresa di ribaltare il risultato all’ultimo secondo disponibile. Al 49′ Antonio De Razza lascia partire il cross della disperazione da centrocampo. Al limite Rana spizza per Di Silvestro il qualelibera un preciso tiro al volo che si va ad insaccare all’angolino alto facendo esplodere il settore ospiti del “Cezzi”.

Vittoria all’ultimo respiro per il Toro. Probabilmente possono essere i tre punti la migliore cura per i problemi degli uomini di Monaco. Dopo un primo tempo inguardabile, Antico e compagni hanno tirato fuori nella ripresa il carattere e la voglia tanto richiesti dai tifosi neretini. C’è ancora però tanto da lavorare ma il quarto posto in classifica raggiunto oggi lascia ben sperare. Per il Novoli resta l’amaro in bocca per una bella prestazione che però non si traduce in punti utili per il discorso salvezza. Il campionato è ancora lungo e gli uomini di Schipa hanno tutte le carte in regola per raggiungere l’obbiettivo. Domenica turno interno per i granata, seppur non a Nardò a causa dei lavori di rifacimento del manto erboso del “Giovanni Paolo II“, che ospiteranno il Galatina. Prima però giovedì c’è il ritorno dei quarti di Coppa Italia sempre contro il Galatina, probabilmente a Copertino. Il Novoli invece renderà visita all’Ascoli Satriano.