Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ vs CASARANO – I granata rimontano Tedesco e si impongono sui rossazzurri

Il Nardò conquista la terza vittoria consecutiva battendo con un secco tre a uno il Casarano. La squadra di Fanuli continua la sua rincorsa alla capolista Vieste, distante solo tre punti, ma con una partita in più rispetto ai granata. Ragno getta subito nella mischia il neo arrivato, il portiere under, Danilo Pino e sceglie come coppia d’attacco il tandem delle meraviglie Rana-Vicentin, con Palazzo e Palmisano esterni offensivi. Toma risponde con la sorpresa Puglia terzino sinistro, Tedesco punta centrale, supportato dall’estro e della fantasia di Marino, Carminati e Negro.

Dopo un periodo di studio e assestamento, la squadra di casa incomincia a fare la partita ma le serpi sono brave a rispondere colpo su colpo. Al 7’pt tiro pericoloso di Rana su un’ottima sponda di Vicentin. Al 9′ pericolosa girata al volo di Palmisano. Al 13′ angolo di Marino, ottimo colpo di testa di Carminati che sfiora il palo alla destra di Pino. Al 20′ arriva lo splendido gol di Mino Tedesco; lancio in profondità di Zaminga per l’ex attaccante del Gallipoli, controllo in corsa, fendente fortissimo che brucia le mani del nuovo portiere granata. Rana e compagni non si perdono d’animo e dopo appena tre minuti arriva il meritato pareggio. Ingenuo fallo in area di Zaminga su Fiorentino, per l’ottimo Biffi di Treviglio non ci sono dubbi, rigore netto che il capitano Vicedomini trasforma con freddezza. Le serpi sembrano smarrite e i granata riescono prontamente a ribaltare il risultato. Ottimo spunto di Palazzo sulla fascia sinistra, cross al bacio per il perfetto colpo di testa di Vicentin, che bagna il suo esordio in maglia granata con un gol di pregevole fattura. Gli uomini di Ragno riescono ad addormentare la partita fino al fischio finale del primo tempo, il Casarano sembra non riuscire più giocare a calcio e perde per infortunio Tedesco sostituito da Regner.

Nel secondo tempo scende in campo solo una squadra, quella neretina, che riesce a chiudere la partita grazie a Luigi Rana, un giocatore ritrovato e fondamentale per l’economia del gioco granata Al 12′ Rana, su cross di Palmisano, ci prova in rovesciata, senza fortuna, deliziando gli occhi del pubblico presente. Al 19′ Vicedomini lancia in profondità lo stesso Rana, che ubriaca Sportillo e Casalino, trafiggendo con freddezza l’incolpevole Serrano. Al 28′ Palmisano serve in area piccola Vicentin, colpo di testa a lato di poco. Al 30′ l’unica occasione ospite, Marino serve in area Carminati, Anglani sporca il tiro dell’attaccante casaranese, che finisce a lato di un niente. Al 36′ Palazzo si divora un gol fatto a due passi da Serrano, lo stesso Palazzo si ripete al 42′, seguito a ruota da Vicedomini.

Il Nardò conquista il settimo risultato utile consecutivo, consolida il secondo posto a braccetto con la Virtus Francavilla. Il Casarano gioca a calcio per soli venti minuti, regalando un tempo ai locali, l’obbiettivo quinto posto si allontana sempre di più. Domenica Ascoli-Casarano e Ostuni-Nardò.