Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Post-Ostuni, Ragno raggiante: “Vittoria ottenuta con grinta, cuore e umità”

Il Nardò cala il poker, vincendo la quarta partita consecutiva, per uno a zero contro l’ostico Ostuni grazie a una rete di Juan Sebastian Vicentin.

La squadra di Ragno consolida il secondo posto, insieme alla Virtus Francavilla (entrambe con una gara da recuperare), a un solo punto dal Vieste, fermato dall’ottimo Novoli di Schipa.

Il tecnico molfettese raggiante a fine partita elogia la prova dei suoi ragazzi: “Siamo riuscire a ottenere questa vittoria grazie alla grinta e al cuore, grazie alla nostra umiltà. La partita è stata condizionata dal forte vento, ma i miei ragazzi sono stati splendidi, ognuno di loro ha svolto perfettamente il suo compito, sacrificandosi e aiutandosi a vicenda, senza pensare alla giocata personale. Abbiamo solo vinto la prima delle quindici finali, il cammino verso la vetta è ancora lungo”

Ragno dedica la vittoria alla società e ai tifosi neretini rimasti in esilio in città: “Vorrei ringraziare il presidente Fanuli e tutti i dirigenti per lo splendido lavoro che stanno facendo, stiamo remando tutti nella stessa direzione. Un pensiero speciale lo dedico al nostro pubblico, il calcio muore quando si prendono queste decisioni assurde. Voglio vedere domenica prossima il Giovanni Paolo II, stracolmo, loro sono il nostro dodicesimo uomo in campo e noi abbiamo bisogno di loro per continuare a vincere”.

Nardò e Virtus Francavilla sembrano essere destinate a lottare fino all’ultima giornata per la vittoria del campionato: “Noi e la squadra di Calabro abbiamo la pressione della stampa, dei tifosi e della società che hanno investito per salire in Serie D, invece Vieste e Trani sono liberi da questi pensieri e possono diventare avversarie pericolose e temibili per tutto il resto del campionato. La mia squadra vuole continuare su questa strada e lo farà solo grazie al lavoro quotidiano, condizione necessaria per coronare il nostro sogno”.