Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Il ds granata Corallo: “Siamo pronti. Umiltà e rispetto, ma se giochiamo come sappiamo…”

Il grande appuntamento del Nardò è ormai alle porte. Domani, infatti, la compagine di mister Ragno affronterà il Mazara, nell’andata della semifinale dei playoff nazionali. 

“Siamo pronti – afferma sicuro il direttore sportivo granata Andrea Corallo -. La squadra è carica, sta bene. Questo periodo di inattività, se così vogliamo definirlo, credo sia stato positivo. Correvamo il rischio di perdere il ritmo partita, ma il lavoro svolto dal mister credo abbia scongiurato questo pericolo. Evitare i playoff regionali è stato, invece, fondamentale per consentire il recupero degli infortunati e delle energie fisiche e mentali”. 

Sulla carta quello di domani non è un impregno proibitivo per il Nardò, ne è consapevole anche Corallo: “Andremo a Mazara affrontando l’avversario con rispetto ed umiltà ma se giocheremo da Nardò non credo che avremo preoccupazioni. La nostra è una rosa importante come lo è l’organizzazione di gioco che i ragazzi hanno acquisito”.

Nonostante la distanza, i tifosi granata non faranno mancare il proprio supporto al Toro: “Sono convinto – prosegue il ds del Nardò – che il pubblico non ci farà avvertire la differenza in queste due partite. So che i tifosi si sono organizzati per essere presenti a Mazara e questo ci fa piacere. A distanza di tanti chilometri sapere che quando scenderemo in campo loro saranno lì a sostenerci sarà bello e fondamentale. Per quanto riguarda il ritorno in casa non credo ci sia bisogno di fare appelli, Nardò sa come fare la sua parte”.

La prima esperienza da direttore sportivo di Corallo volge al termine, si spera, per lui e per tutta Nardò, che si chiuda con il botto: “È stata una stagione che non ha conosciuto soste. Abbiamo iniziato a lavorare a questo progetto la primavera dell’anno scorso e a partire da settembre non ci siamo più fermati. L’auspicio mio, del presidente Maurizio Fanuli e di tutta la società è quello di poter regalare questa importante soddisfazione a Nardò. Abbiamo impiegato tante energie, raggiungere questo traguardo sarebbe bellissimo per tutti noi. Incrociamo le dita”.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment