Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

MAGLIE – Bavone: “Siamo stati bravi a fare quadrato, qualcuno pensava che fossimo già morti in partenza…”

Fine anno, tempo di bilanci per la Toma Maglie. Ne abbiamo parlato col direttore giallorosso, Loris Bavone.

Dopo un avvio un po’ complicato, la Toma Maglie ha infilato una bella serie di risultati utili consecutivi. Qual è stata la molla che ha portato al cambio di passo?

“Si abbiamo avuto un avvio un po’ complicato, forse dovuto a tanto rinnovamento che ad inizio stagione non era previsto. Purtroppo, dopo quattro partite, ci siamo trovati con solo due punti, e in quel momento ho visto una società matura a dare fiducia al mister e a tutti i calciatori, spingendoli ad andare avanti, siamo stati bravi a fare quadrato, società e gruppo squadra, e remare tutti verso la stessa direzione. Non so quante società avrebbero fatto questa scelta, ma eravamo convinti delle nostre scelte sia umane che tecniche e abbiamo dato fiducia, e, sinceramente ce l’ hanno ricambiata con i risultati“.

Che obiettivi si pone la Toma da qui alla fine dell’anno?

“Noi gli obiettivi li abbiamo già prefissati ad inizio stagione: vogliamo una salvezza tranquilla. Poi, se i nostri ragazzi ci daranno qualche soddisfazioni, ce le prenderemo. Ma, ad oggi, nel calcio dilettantistico non si può sognare, e fare il passo più lungo della gamba sinceramente non fa per noi“.

Qual è il tuo giudizio sulla scelta di cancellare i playoff di Eccellenza?

“Oggi ci troviamo con un format alquanto strano, purtroppo senza i playoff , a tutti sembra di fare un campionato anomalo, ma questo è dovuto anche al campionato da grande leader che sta facendo il Martina, che ancora non ha perso nemmeno una gara. Hanno costruito per vincere e lo stanno facendo, oggi nel nostro girone non vedo squadre organizzate come loro in tutti i sensi, tecnico e societario. L’unica colpa che do alla Lnd è di non aver saputo al momento della partenza il format che si doveva applicare, sinceramente per noi Toma sarebbe cambiato poco”.

Qual è lo stato del calcio dilettantistico pugliese?

“Oggi vedo il calcio dilettantistico in Puglia in grande difficoltà, ma, d’altronde, se aziende pugliesi sono in difficoltà, come si può sperare che lo sport, e non solo il calcio, possa passare momenti tranquilli? Spero nei prossimi anni che cambi qualcosa, altrimenti la vedo veramente nera per lo sport, in generale”.

Dicembre, tempo di mercato. Farete qualche movimento da qui alla chiusura del termine?

“Abbiamo deciso di non fare grossi cambiamenti a livello di rosa, abbiamo tre movimenti in entrata, Cavalieri e Alemanni dal Matino, e una punta under, Coppola. Sinceramente da qui a fine mercato potremmo muovere qualcos’altro, ma senza smembrare la rosa. In uscita abbiamo due movimenti, Cassini e Muchardi“.

Che voto si dà Loris Bavone come dirigente sino ad oggi?

“Io sinceramente non riesco a darmi un voto, però un po’ di soddisfazioni, in questi anni, me le sono tolte. Dopo la bella esperienza a Ugento, trovarsi su una piazza come Maglie e cercare di fare bene non è facile. Per ora ci sto riuscendo, ma faccio giudicare agli altri e adesso mi godo il quarto posto. Ma un plauso lo voglio fare alla mia società, che, da due anni, ha voluto fare calcio serio a Maglie. Non è facile trovare una società nel calcio dilettantistico che programma e va avanti ed è sempre puntuali su tutti i fronti, sono loro la forza della Toma Maglie“.

Un augurio ai tifosi del Maglie e a tutti gli appassionati

“Faccio gli auguri a tutta la Maglie sportiva, e soprattutto ai nostri tifosi, che ci seguono ogni domenica, e chiedo loro di stare vicini alla nostra squadra e alla nostra società. Un ringraziamento lo voglio fare alla vostra testata giornalistica, che dà lustro ai nostri campionati. E un saluto forte al nostro staff tecnico e ai nostri calciatori, che ci stanno danno tante soddisfazioni, vi ringrazio tutti e sono sempre più soddisfatto di quello che ho scelto, prima di tutto uomini e poi calciatori, avete dimostrato che siete grandi, anche a qualcuno che pensava che fossimo morti già in partenza. I conti li facciamo il 20 marzo. Buon natale e felice anno nuovo a tutti”.