Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GROTTAGLIE – De Santis ci crede: “Già pronti i nomi per dicembre”. E sul pubblico…

Ottava sconfitta in Eccellenza per il Grottaglie che resta sul gradino più basso, anche se le altre non sanno fare di meglio. Il giorno dopo la sconfitta di misura patita contro il Trani, in casa, il direttore sportivo Luigi De Santis fa il punto della situazione: “Contro il Trani abbiamo assistito ad un’altra partita stregata” – esordisce – “, dove abbiamo giocato bene ma non abbiamo raccolto il successo che sarebbe stato meritato. Paghiamo la scarsa vena realizzativa, unita ad un’eccessiva fatalità, perchè” – sottolinea De Santis – “non riesco a spiegarmi diversamente sette sconfitte al novantesimo. Aspetto con ansia la riapertura del mercato per rivoluzionare la squadra e portare alla salvezza il Grottaglie“.

Un volto nuovo si allena già da quindici giorni con il Grottaglie, il difensore Marco Bianchi, in attesa che arrivi il transfer dalla federcalcio lituana. Altri ne arriveranno: “Nomi non ne faccio ma” – annuncia De Santis – “anticipo che arriveranno due difensori, due centrocampisti e due attaccanti. Abbiamo bisogno di rinforzi in ogni settore del campo e non lesineremo sforzi, soprattutto alla luce della raggiunta solidità del club“.

Nel corso della partita contro il Trani, valido per la dodicesima giornata di Eccellenza, De Santis sarebbe stato bersagliato dal pubblico ‘amico’, scontento del risultato e del campionato del Grottaglie: “Il pubblico, o meglio, quella decina di tifosi che ci seguono in trasferta non aiutano la società. Al contrario” – continua – “, l’hanno penalizzata costringendola a pagare multe salate per le loro intemperanze. Domenica non ho retto alle continue e inutili provocazioni che arrivavano dagli spalti ed ho reagito. Ma sottolineo che si tratta solo di una piccolissima parte del pubblico, perchè quello sano è dalla parte della squadra”.

La prossima partita prevede la trasferta di Altamura e subito dopo il derby contro l’Hellas Taranto, vero e proprio scontro diretto per la salvezza: “Ne riparliamo in primavera perché è prematuro. A gennaio inizierà un nuovo campionato di Eccellenza che è bello, avvincente e stimolante. Ci sono arrivato dopo anni di serie minori e” – conclude De Santis – “sono sicuro che se fossi arrivato un paio di mesi prima di agosto, avremmo la metà dei problemi attuali“.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment