Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA/B – I top e i flop della quinta giornata

Dopo uno stop lungo di oltre cinque mesi, il ritorno in campo del girone B d’Eccellenza coincide anche con il ritorno della nostra consueta rubrica Top e Flop, che, come ogni settimana, passerà in rassegna il meglio ed il peggio del massimo campionato regionale.

Questi i TOP e i FLOP della 5a giornata

I TOP

GIUSEPPE SANSÒ (Ugento): il metronomo gallipolino, in forza all’Ugento, si trova costretto a disputare il big match contro il Martina nell’inconsueto ruolo di difensore centrale. Nonostante le difficoltà iniziali, conferma grande intelligenza tattica, che consente di non sfigurare in una zona del campo tanto nuova, quanto delicata. Ad un quarto d’ora dalla fine, decide, poi, di rubare la scena a tutti, regalando ai suoi un pesantissimo successo con una pennellata d’autore che entra di diritto nei gol più belli dell’intero torneo. GIOTTO

VIRTUS MATINO: la formazione guidata da Giuseppe Branà, con una super prestazione e trascinata dai suoi sudamericani, strapazza il Grottaglie, candidandosi prepotentemente ad un ruolo da protagonista in questo rush finale. MACCHINA PERFETTA

MENESES & MANISI (OTRANTO-GALLIPOLI): il fattore “M” sembra avere un ruolo fondamentale nella corsa di Otranto e Gallipoli. L’attaccante cileno si conferma come una delle sorprese più belle del torneo, acciuffando anche se momentaneamente, la vetta della classifica marcatori. Il capitano giallorosso, con una super prestazione condita da uno splendido sigillo personale, si è caricato i galletti sulle spalle, rilanciando le ambizioni delle truppa guidata da Antonio Toma. DECISIVI

FLOP

MARTINA – La grande favorita del torneo stecca la gara di ripresa, complicando il cammino verso la vetta. La formazione guidata da Pizzulli, fatica a mettere in azione tutto il proprio potenziale, finendo per cedere il passo ad un Ugento apparso più voglioso ed organizzato. La sfida con l’Otranto potrebbe già essere decisiva. TROPPO POCO

GROTTAGLIE – Pronti via e la formazione di Pizzonia riprende il torno con una fragorosa sberla che ridimensiona notevolmente le ambizioni del club. Quella che, ad inizio stagione, poteva essere considerata una delle outsider del torneo, oggi, dovrà leccarsi le ferite. HARAKIRI

MASSAFRA – I tarantini, dopo lo spumeggiante mercato fatto in estate, anche in seguito ad alcune scelte tecniche, sembrerebbe avere obbiettivi diversi rispetto ad inizio stagione. Nonostante una prestazione volitiva e gagliarda, anche a causa dell’inferiorità numerica, l’Otranto strapazza l’undici guidata da D’Alena con un perentorio 1-4. GRANDE REBUS.