Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI – Sportillo, Tedesco e Presicce: è questa la ricetta per i tre punti contro l’Ascoli Satriano

Dopo l’immeritato ko di Molfetta il Gallo torna ai tre punti, superando per 3 a 0 l’Ascoli Satriano. Gara interpretata con autorevolezza e determinazione dall’undici di Calabro, che scende in campo con il piglio giusto e sblocca il risultato alla prima occasione utile: corre il 5’ quando Savino scodella al centro un traversone dalla bandierina invitante per la testa di Sportillo che batte implacabilmente Moschetto per l’1 a 0 giallorosso. Passano appena due minuti e i padroni di casa sprecano una ghiotta ripartenza: Presicce lavora bene per Rescio, il centrocampista preferisce l’assist per Tedesco, ultimo arrivato e subito nella mischia dall’inizio, alla conclusione personale e la difesa ospite si salva. Al minuto 8 Savino si rende protagonista di una buona giocata in area di rigore, Presicce prova a capitalizzare l’assist del compagno con un diagonale velenoso smanacciato alla grande da Moschetto.

Il Gallipoli è padrone del campo e del gioco, l’Ascoli non riesce mai a ripartire; al 20’ ancora su angolo di Savino, Presicce si allunga di testa ma non trova lo specchio. Al 31’ l’attaccante vince un rimpallo e si invola verso la porta foggiana, ma l’appoggio per Tedesco è sbagliato e sfuma un’altra buona opportunità per il 2 a 0. Raddoppio che arriva nuovamente su azione d’angolo al 35’: Savino pennella, Tedesco anticipa tutti e in torsione aerea insacca sul palo lungo. Il centravanti ex Brindisi non poteva bagnare l’esordio in modo migliore. Sul finire della prima frazione c’è il tempo per assistere ad uno strano lob di Mariano che passa alto sulla traversa.

Nella ripresa l’Ascoli sembra partire con più vivacità e si fa vedere subito al tiro dopo sessanta secondi con Capone, il cui diagonale transita comunque lontano dallo specchio della porta. Decisamente più pericoloso Tedesco, che sfiora la doppietta con un perentorio stacco di testa sul traversone di Sportillo all’ottavo. Al 23’ è Levanto a spedire in area un pallone interessante disinnescato dall’ottima uscita di un attento Moschetto; al 25’, dopo un fraseggio nello stretto, Tedesco manda in profondità Presicce, il suo destro si spegne a lato. Al 43’ l’unica vera opportunità del match per il team di Maiellaro con Montemorra, la cui conclusione scuote la trasversale prima di essere raccolta da Donateo; dalla parte opposta, Patera approfitta dell’uscita a vuoto di Moschetto e calcia a botta sicura, straordinario l’intervento scivolato di Bruno a mettere in corner. Ma la gara non è ancora finita: Presicce, nel secondo minuto di recupero, raccoglie un pallone al limite dell’area e decide di piazzarlo sotto il sette con un sinistro a giro morbidissimo: 3 a 0, fischio finale ed esultanza sotto la Sud. E nel prossimo turno, per il Gallipoli di Calabro, big match con la Virtus Francavilla di Mino Francioso.