Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI – Greco: “Troveremo un’Avetrana incazzata, ma noi non siamo da meno”

Seconda sconfitta consecutiva per il Gallipoli, dopo il ko di Otranto. Sul neutro di Sogliano è arrivato un pesante 0-6 con cui il Bitonto ha affondato i giallorossi, incappati certamente nella domenica più brutta di questo inizio di stagione, come ci racconta in esclusiva Marco Greco. “Dopo una sconfitta così c’è poco da dire o da raccontare – spiega il difensore – , bisogna subito ripartire e mettere da parte quanto è successo, facendo tesoro dei propri errori e lavorarci su per migliorare in vista del futuro. Una sconfitta per quanto pesante non può cancellare quanto di buono fatto fino ad oggi, sono convinto che questo gruppo ne uscirà e ricomincerà a fare il calcio che meglio conosce”.

Una partita per alcuni tratti rocambolesca, con un risultato che lascia spazio a poche repliche ma ad un rammarico, non aver potuto contare sul calore dei propri tifosi in una sfida così importante: “Non è un caso se al Bianco siamo ancora imbattuti – sottolinea il difensore – , i nostri tifosi nelle gare interne sono un fattore in più che spesso può anche incidere sull’andamento di una partita in maniera positiva. Probabilmente, giocando in casa, avremmo visto un match diverso, ma nel calcio non esiste la contro prova e le supposizioni non portano punti. Quindi bisogna tenersi quello che è stato il verdetto del campo e pensare alla prossima sfida”.

In un campionato così tortuoso e impegnativo non c’è tempo per fermarsi, domenica i giallorossi saranno ospiti dell’Avetrana, squadra che non sta attraversando un momento di forma particolarmente brillante, ma che ha grande necessità di fare punti per uscire dalle sabbie mobili. “In tutti gli scontri diretti i punti valgono doppio, soprattutto ora che veniamo da due sconfitte consecutive e abbiamo bisogno di muovere nuovamente la classifica. L’Avetrana è un avversario ostico da affrontare soprattutto quando può contare sul fattore campo, certamente troveremo un ambiente e una squadra incazzati per i risultati negativi e vogliosi di riscatto. Ma noi – conclude Greconon saremo da meno e cercheremo fino alla fine di conquistare un risultato positivo”.