Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALATINA-HELLAS TARANTO – Festa rossoblù al ‘Pippi Specchia’, un autogol condanna la Pro Italia

Esordio amaro per il Galatina al “Pippi Specchia”. La formazione biancostellata, contro un’Hellas Taranto coriacea, non riesce a conservare il vantaggio trovato nel primo tempo, si fa raggiungere quasi subito e superare definitivamente nella ripresa per il 2-1 finale in favore dei rossoblù ospiti. Era stata proprio la formazione di Mosca a mettere la freccia al 17’, con Mirabet che sfruttava al meglio un calcio d’angolo per insaccare l’uno a zero; vantaggio locale che durava appena un minuto. Gli spartani di Manzella reagiscono trovando il pari con Pisano, abile a superare Esposito con un imprendibile mancino.

Nella ripresa il Galatina attaccava a capofitto con il chiaro intento di prendersi l’intera posta in palio. Gli ospiti riuscivano a contenere le sfuriate biancostellate senza troppa sofferenza e quando ormai la partita sembrava incanalata sulla via del pareggio, ecco il più classico degli autogol a beffare la Pro Italia. Calò, al 36’, superava Esposito con un involontario pallonetto consegnando, di fatto, i tre punti all’Hellas Taranto. Nei minuti finali assedio della compagine di Mosca, ma il risultato non cambiava.

***

GALATINA-HELLAS TARANTO 1-2
Reti: 17′ Mirabet (G), 18′ Pisano (HT), 81′ aut. Calò (G)

GALATINA: Esposito, Sozzo, Gubello (dal 33′ Mancarella), Patruno, Calò, Mirabet, Pastorelli (dal 18′ Chiriatti), Petrachi (dal 33′ Macchia), Cristea, Marasco, Verri. A disp. Conte, Greco, Margagliotti, Erario All. Mosca
HELLAS TARANTO: Anastasia, Sabatelli (dal 63′ D’andria), Visconti (dal 50′ Kunde), Prete, Punzo, Aly, Antonazzo, Manzella, Cantoro (dal 79′ Mazza), Pisano, Camporeale. A disp. Tanese, asile, Calò, Collocola All. Renna
Arbitro: Lopez di Bari
Note – Ammoniti: Antonazzo (H), Punzo (H), Mazza (H), Kunde (H), Cristea (G), Gubello (G) Espulsi: Punzo (H) per somma d’ammonizioni. Recupero: 1’pt, 5’st.