GALATINA – Greco alla carica: “Col Trani sarà battaglia e ci salveremo”

"Sono sicuro che raggiungeremo la permanenza grazie al lavoro e ai sacrifici dei miei compagni e dello staff, in particolare di coloro che lavorano sempre dietro le quinte"

greco-francesco-m_coribello

Foto: a sinistra, F. Greco (@M. Coribello)

Una prova volenterosa non è bastata alla Pro Italia Galatina per uscire dalla trasferta di Avetrana con qualche punto in saccoccia. “Abbiamo steccato l’approccio alla gara – commenta in esclusiva per SalentoSport il difensore Francesco Grecoe col baricentro troppo basso abbiamo concesso loro il pallino del gioco, incassando la rete del vantaggio biancorosso. Nella ripresa, poi, siamo stati noi a condurre il match. Siamo scesi in campo con determinazione protraendoci in avanti a caccia del pari e pressando alti. Abbiamo beneficiato di qualche buona occasione, fra cui la traversa colpita da Erario, ma non siamo riusciti a finalizzare”.

La salvezza diretta, però, resta alla portata dei biancostellati e nel prossimo turno, allo “Specchia” col Trani, la Pro Italia potrebbe brindare al raggiungimento del tanto agognato obiettivo stagionale: “Il Trani è una diretta concorrente alla permanenza – afferma Greco – ragion per cui, la prossima, può essere considerata la gara più importante della stagione, dato che con un risultato positivo potremo festeggiare la salvezza. Sono sicuro che la raggiungeremo grazie al lavoro e ai sacrifici dei miei compagni e dello staff, in particolare di coloro che lavorano sempre dietro le quinte. Penso al preparatore dei portieri, Alex Vetrugno, o al preparatore atletico Luca Guido, i quali meritano di cimentarsi in categorie superiori: ci hanno sempre creduto nonostante le vicissitudini di inizio annata”.

Le polemiche legate alla rocambolesca rimonta del Trani sul Barletta restino alla larga, il Galatina ha la testa solo sul campo: “È sempre meglio non parlare degli avversari. Certo, dando un’occhiata al tabellino, tre gol in cinque minuti di cui due rigori può sembrare strano, ma nel calcio tutto può accadere. Noi abbiamo il dovere di mantenere alta la concentrazione e pensare al match-ball di domenica col Trani. E una cosa è certa – conclude capitan Greco – fino all’ultimo minuti daremo battaglia“.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati