FRANCAVILLA C. – Donatiello: “Col Castellaneta, match da vivere senza isterismi”

La salvezza del vicino Grottaglie ha riacceso le speranze di salvezza del Francavilla Calcio. La squadra del presidente Tonino Donatiello è chiamata ad un ultimo sforzo per raggiungerla. La gara da dentro o fuori si giocherà in casa della squadra meglio classificata al termine dalla stagione, il Castellaneta. Il presidente biancazzurro, Tonino Donatiello, presenta questa partita: “La sfida tra Francavilla e Castellaneta, che mette in palio la salvezza, si preannuncia difficilissima, quasi drammatica, considerato che le due squadre si giocano tutto in una partita secca. Anche per questo, da tifoso francavillese, dico che bisogna guardare a questo match con grande interesse e partecipazione, ma senza isterismi.”

I brindisini non godono dei favori del pronostico in quanto giocheranno fuori casa, anche se: “Il Francavilla – continua il numero uno biancazzurro – potrà contare sull’affetto e sul sostegno dei molti tifosi che hanno deciso di seguire la squadra in quel di Castellaneta: ennesima dimostrazione di affetto e attaccamento a questi colori“.

Si preannuncia quindi una mobilitazione generale della comunità francavillese: “Sicuramente. Stiamo assistendo già in settimana ad una mobilitazione generale che, però, dovrà andare di pari passo con la capacità della squadra di interpretare al meglio una partita delicata: in campo gli uomini di mister Carbonella dovranno saper leggere al meglio tutte le varie fasi del confronto, sopportare senza subire i condizionamenti del pubblico avversario e sfruttare le opportunità. Tutti daranno il massimo, ne sono convinto, nulla sarà lasciato al caso: la sfida con il Castellaneta non ammette alcun errore, impone solo un risultato, la vittoria“.

La linea del traguardo è in vista e le due squadre sono sul rettilineo finale, difficile azzardare un pronostico: “Lo meritiamo. Lo merita il gruppo, la squadra, gli sponsor, la società e i tifosi. Un obiettivo determinante per i biancazzurri. A Castellaneta in tantissimi, e io con loro in prima fila, saremo tutti vicini alla squadra in trepidante attesa di un risultato che possa dare il via alla festa. Aver lottato fino alla fine per restare in Eccellenza – prosegue Donatiello – è già importante, una chiara dimostrazione di aver fatto tutto il possibile per confermarsi nella massima serie pugliese. Il gruppo, seppur decimato tra infortuni e vicissitudini varie, non ha mai mollato a partire dal tecnico, il primo a non aver mai gettato la spugna anche durante le settimane che tutti ci davano già per retrocessi“.

Il presidente si toglie qualche sassolino contro alcuni detrattori: “Alcuni giornali, forse meglio dire giornalisti d’occasione, avevano già sancito (in barba a tutti i regolamenti federali) il nostro fallimento, fino a ricredersi dopo il risultato del Grottaglie a cui vanno le mie più sincere congratulazioni. Oggi incontrerò la squadra per poter insieme trovare le giuste motivazioni: questa salvezza la meritiamo”.

Infine risponde al tecnico biancorosso, prossimo avversario, Walter Lippolis che aveva precisato come al “De Bellis” non si passa: “La squadra non ha paura – conclude il presidente – e soprattutto ha le capacità di giocarsela nel pieno rispetto delle regole. Sarà il campo a dare il responso. Progetto Fusione? Per ora non ci pensiamo, ne riparliamo dopo domenica. Ora concentriamoci sulla partita di Castellaneta.

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati