Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] NARDÒ – Bozzi pronto ad esultare: “Ripagherò la fiducia di tutti a suon di gol”

Una certezza assoluta per il campionato di Eccellenza. Il Nardò ha scelto il meglio per l’attacco, aggiudicandosi le prestazioni di Giuseppe Bozzi, classe ’87, nell’ultima stagione a Lecce prima, poi col Martina Franca in Seconda Divisione. Il suo palmarès parla chiaro: oltre 100 gol in carriera, la maggior parte dei quali proprio in Eccellenza. Ora l’attaccante barese è pronto a gonfiare anche le reti del “Giovanni Paolo II”: “Ci tengo subito – esordisce in esclusiva per SalentoSport Bozzi – a ringraziare la società e in particolare il direttore sportivo Andrea Corallo per la stima e la fiducia che ha riposto in me, spero di ripagare tutti a suon di gol”.

Giuseppe, nonostante le numerose richieste hai scelto di sposare il progetto granata. Cosa rappresenta per te il Toro rispetto agli altri club che ti hanno contattato? “Avevo proposte da altri blasonati club di Eccellenza e un paio di squadre di categoria superiore. Ho scelto Nardò per vari motivi: innanzitutto, è stata la prima squadra di Eccellenza a contattarmi e a volermi con più insistenza di tutti, poi perché sono attratto dal lungimirante progetto che non è solo annuale, perché ho voglia di rilanciarmi ed essere protagonista con questa maglia nella scalata verso categorie superiori”.

Nell’ultima stagione, nel Lecce prima e a Martina Franca poi, qualcosa non ha funzionato, perché? “In tutti questi anni di calcio ho maturato la consapevolezza che il rendimento di un calciatore non dipende solo da fattori personali, bensì da situazioni ambientali e dirigenziali che possono influire. A Lecce credo di aver dato il massimo, infatti sin da subito mi sono messo in mostra segnando in tutte le amichevoli disputate, purtroppo tuttavia non ho mai avuto spazio in gare ufficiali. Poi nel mercato di riparazione ho scelto Martina Franca: qui, con mister Bocchini in panchina, ho giocato tutte le gare conquistandomi il posto da titolare. Dopo il cambio della guida tecnica, però, tutto il vecchio blocco è stato accantonato. È andata male ma nonostante tutto non ho mai mollato, allenandomi con costanza e con impegno”.

In Eccellenza hai sempre segnato con impressionante regolarità. Pensi di poter ripetere la stagione stellare di due anni fa con i Quarteri Uniti Bari? “Non solo lo penso ma sono assolutamente convinto di fare gol, perché con i Quartieri Uniti, nonostante fossimo una squadra in lotta per la salvezza, ho segnato tanto e con grande regolarità. Nella prossima stagione, grazie alla bontà della rosa che sta costruendo il diesse Corallo e col supporto di una tifoseria imponente, sono convinto di non deludere le attese, sia per il bene della squadra che per ambizione personale”.

Il tuo partner d’attacco sarà Luigi Rana, hai già avuto modo di conoscerlo? “Ancora non ho avuto il piacere di conoscerlo di persona, però so bene quale è il suo curriculum. Penso sia un ottimo calciatore per la categoria, spero di condividere con lui il reparto d’attacco in maniera proficua, con l’augurio di fare entrambi tanti gol e costuire una buona intesa”.