CASARANO – Tris dei rossazzurri al Vieste e vittoria in rimonta. Brividi nel finale

Il Casarano torna a sorridere grazie ai gol di Caputo, Lede e Stranieri: 3-2 rifilato ad un Vieste che non si arrende sino alla fine

casarano-esultanza_rfrisco

Foto: ©R. Frisco

Il Casarano vince meritatamente una gara iniziata con il piede sbagliato. Al “Capozza” termina 3-2 contro il Vieste.

La prima azione pericolosa è di marca rossoazzurra. Al 7’ Schirinzi dalla sinistra mette dentro per Antenucci, che di testa chiama al miracolo l’estremo difensore ospite. Tucci riesce a deviare quel tanto che basta per mandare la sfera sulla traversa. Al 9’ azione convulsa in area dauna, i rossoazzurri tentano la conclusione per tre volte, ma gli ospiti riescono a metterci una pezza e a scongiurare il pericolo. Al 17’ reazione del Vieste con Colella, che si incarica di battere un pericoloso calcio di punizione dai 25 metri. Il tiro è centrale, ma insidioso per Milli, che blocca in due tempi. Al 18’ i biancoazzurri sbloccano il risultato con un bel contropiede. Triggiani parte palla al piede sulla sinistra, si accentra e lascia partire un diagonale imprendibile per Milli. Passano dieci minuti e il Casarano ristabilisce l’equilibrio. Al 28’ Quarta di testa mette dentro per l’accorrente Caputo, che non ha problemi a insaccare di destro. Il Vieste non molla. Al 38’ Triggiani chiama all’intervento in tuffo Milli, che devia in angolo un calcio di punizione diretto all’incrocio dei pali. Nei minuti finali del primo tempo, il Casarano spinge sull’acceleratore. Al 44’ Antenucci addomestica un pallone difficile nel cuore della difesa avversaria e, stretto tra due difensori, lascia partire un tiro diretto sul palo alla sinistra di Tucci, ma l’estremo difensore ospite compie una prodezza e manda in angolo. Sugli sviluppi, Tucci non è altrettanto lucido e si lascia sfuggire la sfera che viene messa alla sue spalle dal prontissimo Lede, per il raddoppio del Casarano.

La ripresa si apre con i padroni di casa in avanti. Al 50’ Stranieri sigla la terza marcatura casaranese con un bellissimo tiro dai trenta metri che va ad insaccarsi all’angolino basso alla destra di Tucci. Nulla può l’estremo difensore viestese. Al 57’ Caputo, servito in area, tenta la conclusione di potenza, ma Tucci fa buona guardia e respinge. Al 70’ è il Vieste a rendersi pericoloso con una bella percussione di Raiola, che entra in area, mette a sedere un difensore rossoazzurro e calcia in porta da posizione defilata. Milli è attento e mette in angolo. All’87’ gli ospiti riaprono i giochi, complice un’ingenuità dei padroni di casa. Andrea Portaccio si rende autore di gioco falloso in area ai danni di Raiola e il direttore di gara concede il penalty. Colella dal dischetto non sbaglia. Milli intuisce, ma la traiettoria è troppo angolata. Il Vieste prende coraggio e cerca il gol del pareggio. Brividi nel finale per un’azione pericolosissima di marca biancoazzurra fermata per fuorigioco. Ormai, però, non c’è più tempo.

Il Casarano conquista tre punti importanti, al termine di una buona prova, macchiata da un paio di ingenuità che sarebbero potute costare care.


Casarano, stadio “G. Capozza”
Domenica 21 gennaio 2018 ore 14.30
Eccellenza Puglia 2017/18 – 3a giornata di ritorno

CASARANO-VIESTE 3-2
RETI: 18’ Triggiani (V), 28’ Caputo (C), 45’ Lede (C), 50’ Stranieri (C), 87’ Colella (rig.)

CASARANO: Milli, Portaccio D., Schirinzi, Vicedomini, Casalino, Stranieri (72’ Palma), Tedesco (60’ Marretti), Lede, Antenucci, Quarta (71’ Portaccio A.), Caputo (80’ Pignataro). In panchina: Montagnolo, Tardo, D’Arcante. Allenatore: Sportillo.

VIESTE: Tucci, Di Nardo, Andrada, Albano (52’ Kanatè), Ranieri, Caruso, De Vita (31’ Vulcano), Soria, Triggiani (80’ Lucatelli), Colella, Raiola. In panchina: Sciarra, Prencipe, Compierchio, Maiorano. Allenatore: Bonetti.

ARBITRO: Luca Tagliente di Brindisi (Marco Colaianni e Ivan Alexandrovic Denisov di Bari).

NOTE: Cielo coperto, parte della gara disputata sotto la pioggia, temperatura 13°, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Vicedomini (C.), Portaccio .A (C). Espulsi: -. Recupero: 1’ pt, 4’ st. Spettatori: 400 circa.

Articoli Correlati