CASARANO – Leopizzi guarda al Vieste: “Mireremo alla vittoria contro un avversario degno. Ai tifosi chiedo…”

Foto: A. Leopizzi a destra

Nell’ultima giornata del girone di andata di campionato in programma domenica prossima, il Casarano ospiterà tra le proprie mura l’Atletico Vieste, sconfitto nella finale di Coppa Italia anche grazie a due prodezze di Alessandro Leopizzi, abile a neutralizzare ben due rigori. “È una giornata che non dimenticherò – ricorda il numero uno rossazzurro -, sventare due penalty non succede tutti i giorni. Certo che avranno il dente avvelenato i nostri avversari, ma noi non abbiamo mai pensato troppo a queste cose. Nel calcio ci sono vincitori e vinti, noi preferiamo essere tra i primi. Domenica prossima li affronteremo con la determinazione che una gara del genere merita. Ovunque andiamo, troviamo avversari che giurano di dover vincere impegnandosi allo spasimo. È accaduto anche a Massafra dove i tifosi tarantini non hanno gradito la prestazione, accusandoci di gestacci a fine gara. Ma non è accaduto, nessuno di noi s’è permesso neppure di fiatare. Nel calcio è cosa molto normale, specialmente lì dove lo sport è inteso a livello campanilistico perché manca l’esperienza professionistica”.

Fenomeno questo che invece non si è verificato nella finale con il Vieste, in entrambe le formazioni hanno salutato le due tifoserie. “È vero – prosegue Leopizzi -, è stato bellissimo. Una giornata in cui ha vinto lo sport. Per questo vorrei suggerire al nostro pubblico per domenica prossima, all’uscita del Vieste, un applauso sentito. Meritano una gentilezza del genere. Poi, al fischio arbitrale sarà tutt’altra cosa. Noi mireremo alla vittoria della quale non possiamo fare a meno in questo momento, sia per meritare il panettone sia per finire il girone d’andata nella migliore condizione”.

A febbraio, intanto, ripartirà la fase nazionale della Coppa. Il Casarano è inserito in un triangolare insieme a una formazione una lucana e una campana. Per il portierone, però, l’aspetto ambientale non rappresenta un problema: “È vero che i campani sanno farsi rispettare sia in campo che fuori. Ho fatto tante partite in quella regione ma, a parte le sceneggiate partenopee, non mi è accaduto mai nulla. Sul rettangolo verde si è sempre 11 contro 11. Ma ora pensiamo alla partita di domenica prossima che sarà difficile ed impegnativa contro un avversario degno”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati