ECCELLENZA – Casarano al comando, Vigor Trani sempre più sorprendente: il punto dopo la 9ª

Il Molfetta Calcio perde il primo posto, sia per mano del Giudice sportivo, sia per mano dei 'cugini' della Molfetta Sportiva. Casarano allunga la serie positiva, Brindisi tiene bene nonostante le peripezie

generica-pallone-lega-pro

Dopo la nona giornata di Eccellenza pugliese il Molfetta Calcio  non è più capolista, ma non lo è più già da giovedì scorso, quando il Giudice sportivo ha comandato che si rigiocasse il match con il San Severo, a causa di un errore tecnico commesso e riconosciuto dal direttore di gara. E non è l’unica brutta notizia, perché nella nona giornata di campionato la formazione di mister Giusto esce inaspettatamente sconfitta dal derby con la Molfetta Sportiva, in un vero e proprio testa-coda. Grazie a questa vittoria, i biancorossi lasciano l’ultimo posto al San Severo, che costringe al pareggio l’Avetrana (per i tarantini si tratta del sesto pari) e torna a far punti dopo cinque giornate. Ma i numeri negativi relativi ad attacco e difesa restano sempre appannaggio della Molfetta Sportiva, capace di segnare solo cinque reti e di subirne ventidue.

L’attacco più prolifico è quello della nuova capolista, il Casarano, in serie positiva da ormai sette turni. Nel match clou di giornata, le Serpi s’impongono in trasferta sul Gallipoli, per due reti a una. Ancora una volta protagonista Nicolas Di Rito, che segna la settima rete del suo campionato e blinda il primo posto in classifica marcatori. Il Gallo perde lo scettro di difesa meno battuta, che resta nelle mani di un sempre più sorprendente Trani. La Vigor vince col Bisceglie, spingendolo sempre più giù in classifica (al terzultimo posto in compagnia del Mesagne) e si piazza al terzo posto, insieme a un quartetto di squadre, a -5 dalla vetta.

E domenica prossima la miglior difesa se la dovrà vedere con il migliore attacco al “Capozza”. È la conferma di quanto il torneo sia equilibrato. Le altre formazioni che fanno compagnia al Trani sono il Gallipoli, il Molfetta Calcio, l’Altamura, che strappa un pareggio in extra time sul campo del Vieste (il terzo, nelle ultime quattro giornate) e il Terlizzi, che ha perso lo smalto d’inizio stagione. A Brindisi è arrivato il secondo ko in tre gare, l’ultima vittoria risale a quattro giornate fa. Nonostante le varie peripezie il Brindisi resta ancorato alla zona alta della classifica, dove occupa la seconda piazza, a -2 dal Casarano. Rialza subito la testa l’Otranto e conquista tre punti pesantissimi contro il Mesagne. Da notare che sui quattordici punti complessivi, dieci sono arrivati dalle gare giocate al “Nachira”. Senza soluzione la crisi del Corato, che va ko in casa con il Barletta.

Articoli Correlati