Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Il Barletta serra le fila, reti bianche al “Capozza” nel big-match della 20ª giornata

Finisce a reti inviolate il big match tra Casarano e Barletta, con i padroni di casa costretti a giocare in 10 per buona parte della ripresa, ma che conservano invariato il vantaggio sulle inseguitrici.

La prima occasione da gol è di marca rossoazzurra. Al 2’ Palma dall’angolo serve Palmisano che di testa sfiora il palo, con la palla che si spegne sull’esterno della rete. Al 9’ gli ospiti tentano la sortita. Aprile viene servito al centro dell’area. Il centrocampista cerca di piazzarla di testa, ma la sfera termina tra le braccia di Grasso. Al 10’ il Barletta, con Negro, ci prova con un calcio di punizione dai 25 metri. Grasso neutralizza in tuffo. Al 22’, da calcio piazzato, Vicedomini dà l’impressione del gol, ma la palla lambisce il palo e si spegne sul fondo. Al 36’ il Casarano sfiora la marcatura con Palmisano, che si beve un difensore e mette dentro per Di Rito. La punta argentina di testa, da ottima posizione, angola troppo e la palla termina sul fondo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Al via la ripresa e al 52’ il Casarano resta in dieci, per l’espulsione di Rescio che si guadagna il rosso diretto per fallo di reazione. I padroni di casa non si abbattono. Al 12’ Palmisano dalla destra serve al centro dell’area Di Rito, che indirizza all’angolino basso, ma Sansonna gli nega la gioia del gol con una prodezza. Il Barletta vuole approfittare della superiorità numerica e inserisce in campo forze fresche. Al 65’ entrano Scialpi, Lorusso, Bruno e Nannola. Ed è proprio uno dei nuovi entrati, Scialpi, a cercare il gol, al 79’, su calcio di punizione dal limite. Il suo tiro supera la barriera, ma trova la pronta opposizione di Grasso in tuffo. Poi il gioco si fa convulso e frammentario. L’ultimo brivido giunge nei minuti di recupero con Agodirin che dal limite chiama Sansonna all’intervento in tuffo. Poco dopo giunge il triplice fischio del direttore di gara che sancisce la fine delle ostilità, con i contendenti che si dividono la posta in palio. Il Casarano si porta a 46 punti, mantenendo sei lunghezze sul Brindisi e ben dieci sul Barletta. In settimana la finale d’andata di Coppa Italia contro il Corato, domenica prossima trasferta a Bisceglie contro l’Unione Calcio.


Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica 27 gennaio 2019, ore 15
Eccellenza Puglia 2018/19 – 20a giornata

CASARANO-BARLETTA 0-0

CASARANO: Grasso, Diaoulà, Vergori (68’ Dall’Oglio), Vicedomini, D’Aiello, Bonasia, Palmisano, Rescio, Di Rito (72’ Agodirin), Palma, Cianci. In panchina: Iuliano, Esposito, Cappilli, Lobjanidze, Touray, Caputo Ant., Carrano, Agodirin. All. P. De Candia.

BARLETTA: Sansonna, Fanelli (65’ Nannola), Lamacchia, Diomande, Telera, Aprile, Varsi (65’ Bruno), Milella, Saani, Faccini (65’ Scialpi), Negro (65’ Lorusso). In panchina: Capossele, Dinoia, Barrasso, Zingrillo, Di Terlizzi. All. F. Cinque.

ARBITRO: Valerio Bocchini di Roma (Antonio Alessandrini e Michele Spalierno di Bari).

NOTE: Temperatura 12°, cielo sereno, terreno in buone condizioni. Ammoniti: 14’ Saani (B), 21’ Varsi (B), 38’ Fanelli (B). Espulsi: al 52′ Rescio (C) per fallo di reazione. Recupero: pt 3’; st 5’. Spettatori: 1.700 circa.