AVETRANA – Branà: “Non siamo diventati presuntuosi. Barletta, una vittoria per ripartire”

"A fine partita il presidente è venuto subito a incoraggiarci, ha ribadito di essere orgoglioso di noi e ci ha spronati a non abbassare la testa. E anche l’atteggiamento dei tifosi è stato encomiabile"

brana-coribello

Foto: G. Bruno - ©M. Coribello

Nel prossimo turno di campionato l’Avetrana affronterà il Barletta. La parola d’ordine, in casa biancorossa, è riscatto. Domenica scorsa, infatti, è arrivato il terzo ko in campionato, il primo in casa, e comunque il più largo in stagione. Il 3-0 subito dal Casarano, però, non ha scalfito certezze e convinzioni. “La sconfitta di domenica scorsa non cambia di una virgola quanto di buono fatto finora”, avverte Giuseppe Branà.

Il risultato potrebbe far pensare a un match a senso unico – prosegue – , ma non è stato così. Abbiamo disputato un primo tempo di grande livello, forse il più bello della stagione, in cui abbiamo imposto il nostro gioco. Ci è mancato solo il gol. Le due reti subite a inizio ripresa ci hanno tagliato le gambe, non siamo riusciti a reagire. Nelle altre due sconfitte patite in campionato siamo stati sempre in partita, stavolta no. Nel calcio l’aspetto psicologico è fondamentale. Ad ogni modo, ai ragazzi non mi sento di dire nulla, tutti hanno dato il massimo finora, sono contento e soddisfatto”.

E a chi accusa i biancorossi di essersi montati la testa Giuseppe Branà risponde: “Non è vero che siamo diventati presuntuosi. Semplicemente pensavamo di poter vincere perché noi eravamo in un buon momento di forma e loro arrivavano da due risultati negativi. Siamo la stessa squadra umile di sempre, lo dimostra anche l’atteggiamento con il quale siamo scesi in campo”.

Da salvare, dunque, un primo tempo di ottima fattura e quanto accaduto nel post gara, come ci spiega il tecnico biancorosso. “A fine partita il presidente è venuto subito a incoraggiarci, ha ribadito di essere orgoglioso di noi e ci ha spronati a non abbassare la testa. E anche l’atteggiamento dei tifosi è stato encomiabile. Nonostante il 3-0 ci hanno applaudito senza riserve. È bella questa sinergia che si è creata tra la squadra e tutto l’ambiente. Per questo, la prossima vittoria la dedicheremo al presidente, persona eccezionale dal punto di vista umano, diverso da tanti altri personaggi del mondo del calcio e ai tifosi. Siamo arrabbiati e amareggiati, ma sappiamo che basta una vittoria per ripartire”. Il Barletta è avvisato.

Articoli Correlati

  • de-candia-coribello CASARANO – Panchina: scende Vadacca, il favorito sembra ora un ex Omnia Bitonto

    Sembra esserci stato un cambio di rotta del Casarano relativamente alla scelta dell’allenatore a cui affidare la panchina per la prossima stagione. Nei giorni scorsi vi avevamo dato conto di Massimiliano Vadacca come identikit forte per guidare le Serpi; la novità delle ultime ore è rappresentata, invece, dal nome di Pasquale De Candia. Il tecnico,…

  • Pallone in rete DILETTANTI – Benemerenze, premiati il Lorenzo Mariano Scorrano e due dirigenti di Brindisi e Melissano

    Sono state rese note con il Comunicato ufficiale odierno del Comitato pugliese Lnd le Benemerenze per dirigenti federali, società e società sportive per l’anno in corso. Queste le nomine ratificate dal presidente Lnd Cosimo Sibilia su segnalazione effettuata dal Comitato regionale e dall’apposita Commissione nazionale: Dirigenti federali con oltre vent’anni di attività: Massimiliano Di Federico…

  • fasano FASANO – Entusiasmo in vista della Serie D: ritiro a Campitello Matese

    C’è aria di calcio che conta nell’ambiente fasanese con il ritiro precampionato della squadra biancazzurra in vista del torneo di Serie D che partirà tra poco più di due mesi. Il Fasano soggiornerà a Campitello Matese (Campobasso) dal prossimo 22 luglio al 5 agosto: la squadra si allenerà nel centro sportivo dell’hotel “Kristall”. Qui la squadra biancazzurra sosterrà…

  • vadacca-massimiliano CASARANO – Un allenatore salentino per il dopo Sportillo? In due verso la riconferma

    Il Casarano sta valutando diverse ipotesi per il post Pietro Sportillo, l’allenatore che nelle ultime due stagioni ha guidato i rossazzurri in Eccellenza. L’ipotesi più probabile al momento porta a Massimiliano Vadacca, 45enne di Copertino, ex tecnico di San Severo e Manfredonia, in Serie D. Per lui si tratterebbe di un ritorno, in quanto vestì…

  • zaminga-claudio_rfrisco CASARANO – Zaminga: “Futuro? Non lo so. Ma son convinto che la società stia lavorando con serenità”

    Momento di assoluta felicità per Claudio Zaminga, che nei giorni scorsi è diventato papà di Alessandro. Per quanto concerne il futuro, al momento, nulla di definito. Il centrocampista rossazzurro resta ottimista ma rimanda i discorsi riguardanti il futuro, sebbene porti nel cuore Casarano, il club nel quale si è formato calcisticamente. “Abbiamo fatto un incontro…