[ESCLUSIVA SS] AVVOCATI LECCESI – Mariano: “Trionfare a Bari? Un sogno divenuto realtà”

Un sogno divenuto realtà: quello di poter esultare sul prato del San Nicola, dopo che, per tanti anni, sono stato presente da spettatore, insieme a mio padre che è uno sfegatato tifoso giallorosso, a tutti i derby tra Lecce e Bari. Stenta a frenare l’entusiasmo Giuliano Mariano, uno dei fondatori della squadra di avvocati leccesi, che, qualche giorno fa, è diventata campione d’Italia battendo, proprio a Bari, il Genova dopo i calci di rigore.

“La nostra splendida cavalcata – spiega l’avvocato Mariano iniziò nel 2001-02 quando un gruppo di (allora) giovani avvocati composto dai vari Francesco Calabro, Nicola Flascassovitti, Saverio Sticchi Damiani, Umberto Morigine, Mimmo Renna e dal sottoscritto, insieme a tanti altri, diedero vita ad una squadra di (amici) legali del foro di Lecce. In quell’anno partecipammo anche ai Mondiali di Malta e, nelle stagioni successive, a quelli di Budapest e agli Europei di Francoforte, Salisburgo e di Lago di Balaton”.

La vittoria dello Scudetto di quest’anno, invece, arriva dopo aver conquistato per quattro volte il terzo posto. Il trionfo di Bari è passato dopo la vittoria del raggruppamento che comprendeva Messina, Cosenza, Palmi e Trani. Nella fase finale di Monopoli, poi, il Lecce ha superato Catania, Roma e Bologna, prima di trionfare col Genova ai rigori.

“Dall’anno della nostra fondazione – aggiunge Mariano sino ad oggi ci siamo sempre allenati indefessamente, diventando sempre più competitivi, cambiando vari allenatori e compagni, per ragioni anagrafiche, ma da sempre uniti da un unico comun denominatore: l’amicizia e l’affetto”. La marcia in più, per il quarantenne centrocampista, è stata la guida tecnica: “Senza dubbio il nostro allenatore Davide Mazzotta (ex calciatore professionista e allenatore delle giovanili del Lecce, ndr) che unisce delle sconfinate, e per noi sprecate, conoscenze tecnico-tattiche a delle doti umane fuori dal comune. È per questo che è ben voluto da tutti, anche dagli esclusi che, ogni tanto,’mugugnano’”. Quest’anno, alla squadra degli avvocati leccesi, si sono aggiunte anche due pedine ‘di peso’: Antonio Calabro e Orazio Mitri: “Sono stati fondamentali – continua Mariano sia perché si sono inseriti nel gruppo con grande umiltà, sia perché, essendo giocatori veri, in campo fanno la differenza”.

Un gruppo solido come granito che, finalmente, ha raggiunto un traguardo così tanto atteso e, senza dubbio meritato: “I miei ringraziamenti – conclude il legale salentino – vanno a tutti gli allenatori professionisti che, solo per passione, si sono sobbarcati decine di trasferte in tutta Italia per guidare una squadra di pazzi. Tra questi, oltre a mister Mazzotta, mi piace ricordare Carlo Pulli, Luca Renna e Mario Russo”. Obiettivi per la prossima stagione? “Ci penseremo quando sarà passata l’ubriacatura per il trionfo del San Nicola”. Prosit!

Marco MONTAGNA
Giornalista pubblicista dal 2012, fondatore e direttore responsabile di SalentoSport, collaboratore di Tuttomercatoweb dal 2009, corrispondente per Piazzasalento dai Comuni di Melissano, Racale e Alliste dal 2011 al 2017, collaboratore per la redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia dal 2015.

Articoli Correlati