CALCIO AMATORIALE – SalentoDorica, un pareggio che vale una vittoria

Lunedì 9 marzo si è giocata la terza giornata di ritorno nel campionato CSI di calcio a sette bolognese. Nel girone B della massima serie, la SalentoDorica ha trovato sul suo cammino il Real Uruguay, seconda in classifica con sette punti in più dei giallorossi. All’andata finì cinque a uno per il Real Uruguay, in una partita che creò diversi malumori all’interno dello spogliatoio salentino. Finisce, invece, con uno splendido pareggio per tre a tre, una partita combattuta e divertente che non ha deluso le aspettative.

Al Cavina di Borgo Panigale, la SalentoDorica deve fare a meno di tutto il reparto difensivo, ad eccezione di capitan Scarpetti, affiancato, per l’occasione, da mister Alessio Chirivì. Tra i pali Benincasa, a centrocampo Salvino, Choufi e Willy Chirivì sulle fasce e Sebasta in attacco. In panchina scalpitano Basile e Rimondini. Sette i punti che separano i giallorossi dagli avversari del Real Uruguay, secondi in classifica.

Avvio di partita piuttosto deciso per il Real Uruguay, in maglia bianco azzurra, che mette in difficoltà la retroguardia giallorossa in più di un’occasione. Ed è proprio nei primi minuti che un tiro da fuori area di un attaccante “uruguaiano” finisce all’angolino basso alla destra di un incolpevole Benincasa.

La SalentoDorica ci mette un po’ per ingranare ma, col passare del tempo, trova il giusto ritmo e la squadra si affaccia prepotentemente nella metà campo avversaria. Ci provano Willy Chirivì, Sebasta e Choufi ma, i loro tentativi, non preoccupano più di tanto la retroguardia del Real Uruguay. Al decimo, però, Choufi va via sulla fascia destra, arriva nei pressi dell’area, serve Sebasta con quest’ultimo che, di prima, chiude la triangolazione permettendo al centrocampista marocchino di siglare il pareggio in diagonale. Azione da manuale che porta al pareggio dei salentini. Sembra una SalentoDorica tonica e, anche in difesa, gli uomini di mister Chirivì sembrano reggere. Intorno al quindicesimo, un tiro da fuori area del Real Uruguay, si infrange sulla traversa, la palla s’impenna e un giocatore biancoceleste la deposita in rete siglando il nuovo vantaggio degli ospiti. Attimi di panico per la SalentoDorica che viene salvata, subito dopo, da un’altra traversa. A cinque minuti dal termine della prima frazione di gara, poi, arriva il tre a uno per il Real Uruguay con un gol di testa di un avversario, servito da un cross partito dalla fascia. Sembra lo specchio della partita di andata, il tracollo salentino sembra ad un passo. Invece succede che la SalentoDorica trova il coraggio e la volontà di reagire. Basile, in campo al posto di Willy Chirivì, proprio a pochi secondi dal riposo, incorna in rete, “dall’alto” del suo metro e settanta scarso, un cross pennellato da un calcio d’angolo di Choufi, accorciando le distanze. Si va al riposo sul tre a due.

Nella ripresa la SalentoDorica scende in campo con la convinzione di poter portare a casa dei punti. I salentodorici fanno girare bene la palla e finalmente giocano un calcio degno di essere chiamato tale. Il reparto difensivo è arcigno come non mai e il centrocampo regge bene sia con Rimondini in fase più difensiva che con Salvino nella fase offensiva. La SalentoDorica attacca a testa bassa, rischiando il pareggio più di una volta. Choufi di testa mette alto di poco. Sebasta ci prova ma viene fermato spesso dai difensori e da un ottimo portiere avversario. Ci prova anche il bomber Chirivì ma, i suoi tiri da fuori, non sono mai precisi. Il Real Uruguay si affida alle ripartenze ma, a parte l’ennesima traversa, trovano un Benincasa in splendida forma e decisivo in almeno in tre occasioni. Ci prova da fuori anche Alessio Chirivì, ma il suo tiro diretto sotto la traversa, viene deviato in calcio d’angolo dall’estremo difensore avversario.

I minuti passano e la SalentoDorica spinge. Mister Chirivì preferisce una spinta più offensiva e lascia in campo Choufi al posto di Basile e Salvino al posto di Rimondini. E così succede che, a tre minuti dalla fine, Alessio Chirivì, spinto in avanti, contrasta un giocatore avversario e con un assist fortuito serve Sebasta che con un rasoterra fulmineo buca la porta avversaria. E’ il meritato pareggio salentino.

Ma non finisce qui. Sulle ali dell’entusiasmo la SalentoDorica ha anche la ghiotta occasione di portare a casa il bottino pieno in contropiede, con Choufi che serve Salvino che, in area di rigore a due passi dalla porta, piazza un tiro all’angolo alla sinistra del portiere con quest’ultimo che compie un autentico miracolo e salva il risultato. La palla poi finisce fuori dall’area e Willy Chirivì calcia una bordata che termina fuori di poco. Passano pochi secondi e l’arbitro Lembo manda le squadre negli spogliatoi.

Finisce, dunque, con un giusto pareggio, una partita combattuta e davvero divertente agli occhi degli spettatori. La SalentoDorica rosicchia un altro punto in classifica e si porta a meno due dalla zona playoff. Un punto importante per classifica e per il morale. Gli uomini di mister Chirivì hanno finalmente fatto emergere il carattere che da sempre li contraddistingue raccogliendo un ottimo risultato contro un’ottima rivale.

Salta il derby contro la capolista Real Zola previsto per mercoledì 18 marzo che verrà rinviato a data da stabilirsi. Prossimo match venerdì 27 marzo alle ore 22.00 al Cavina contro il Villaggio K.S.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento