Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[YESTERDAY] LECCE – La sorpresa di Corvia: “Non mi aspettavo la tribuna”

Anche un anno fa, di questi tempi, Daniele Corvia non attraversava un grande momento… Ovviamente la speranza dei tifosi del Lecce “egrave; che l'attaccante di Roma ritorni al gol quanto prima. Magari a partire dalla sua Roma…

***

Nove presenze e due reti, sino al giorno di Bologna-Lecce. Poi, tribuna contro l'Inter, idem domenica scorsa ad Udine.

L'attaccante del Lecce Daniele Corvia, in un'intervista rilasciata al Nuovo Quotidiano di Puglia, si dice sorpreso per le scelte di mister De Canio, ma, contemporaneamente, si dichiara pronto ad accettarle, fremente per ritornare in campo: "Sono sincero, è stata una sorpresa anche per me – dice il prodotto del vivaio della Roma -, non mi aspettavo di andare in tribuna, anche perchè sinora ho disputato un buon campionato. Però rispetto le scelte del mister, non è facile gestire una rosa di 28 calciatori, tutti meritevoli della sua considerazione".

"Restare fuori – aggiunge Corvia – ti dà tanta rabbia che però non entra nello spogliatoio, perchè con i miei compagni e col mister ho sempre avuto un atteggiamento positivo. Io come Chevanton? Posso capire il suo stato d'animo – ha spiegato l'ex senese – lui non è felice ma in gruppo sta bene e non lascia trasparire la sua sofferenza. Anch'io aspetto con pazienza che arrivi il mio turno, io continuo a lavorare per riprendermi il mio posto".

Questa l'opinione di Corvia, a proposito dell'altalenante cammino giallorosso e delle differenze di prestazione tra partite in casa e partite in trasferta: "Evidentemente al Via del Mare ci sentiamo più protetti, credo sia un problema mentale che va risolto in fretta. Non credo che per la salvezza basterà far punti solo in casa".

Al Via del Mare, domenica prossima, ritroverà da avversario il suo vecchio compagno di reparto, Guido Marilungo, con cui l'anno scorso fece tremare le difese di mezza serie B. Tandem che mise a segno trenta reti: "Sono contento per Guido – conclude – ora è riuscito a ritagliarsi un posto da titolare nella Samp, anche se l'assenza di Cassano, va detto, è pesante per i doriani. Mi aspetto una squadra decisa e motivata, ma noi dovremo fare di tutto per cancellare il ko di Udine".