Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CRONACA – Due le novità sostanziali nel nuovo Dl approvato dal Consiglio del Ministri

Nel Consiglio dei Ministri di ieri, è stato approvato il testo del nuovo Decreto Legge (QUI) che estende al 30 aprile lo stato d’emergenza sanitaria.

Sono prorogati, sino al prossimo 15 febbraio, i divieti già in vigore che riguardano gli spostamenti tra regioni o province autonome, con l’eccezione dei motivi di necessità, salute e lavoro. Resta sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio e abitazione.

Da sabato 16 (o, più probabilmente, da domenica 17) sino al 5 marzo si applicano le misure già note sulla possibilità di spostamenti (al massimo una volta al giorno) dalle ore 5 alle ore 22 per andare a trovare parenti o amici.

La novità è l’introduzione della fascia bianca nella quale si inseriranno le regioni a rischio basso (incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore ai 50 casi ogni 100mila abitanti). In quest’area le attività saranno regolate da appositi protocolli ad hoc. Sarà, inoltre, istituita una piattaforma informativa nazionale per agevolare le attività di distribuzione dei vaccini e dei dispositivi di supporto alla somministrazione, con relativo tracciamento.

Al momento, nulla è stato specificato circa l’apertura di palestre, piscine e la ripartenza degli sport dilettantistici territoriali, ma, in conseguenza dei provvedimenti adottati ieri dal Governo e vista la tendenza al rialzo dei tassi di contagio sul territorio nazionale, appare improbabile pensare ad una prossima ripresa di tali attività.

(In foto: Palazzo Chigi – ©governo.it)