ALTRE NEWS – Cos’è un ente no profit in ambito sportivo e come funziona

generica-pallone-lega-pro

Sono molti gli enti no profit esistenti e, in particolare in ambito sportivo, le associazioni no profit permettono l’esistenza riconosciuta di un organo che si dedichi alla continuazione di attività sportive a livello dilettantistico, dando l’opportunità di perseguire attività senza scopo di lucro con maggiore riguardo all’istruzione della disciplina sportiva per principianti e non professionisti.

La definizione giuridica italiana infatti del termine angloamericano ‘no profit’ indica un’associazione costituita senza fini di profitto. Lo scopo di tale organizzazione non è quello di guadagno a fine commerciale ma si costituisce come organo dedicato al bene comune. Nella pratica, in realtà, tali enti possono anche generare qualche profitto ma la differenza rispetto ad un ente commerciale è che i guadagni devono essere riutilizzati nel contesto della missione dell’ente e non divisi tra i soci come sostitutivo di un mancato potenziale stipendio. In realtà nell’ambito delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, vi sono eccezioni. Infatti, in tale tipo di associazione, l’assemblea dei soci elegge un Organo direttivo che sarà l’amministratore dell’organizzazione stessa e i componenti di tale Organo direttivo possono in realtà essere rimborsati.

Gli enti no profit fanno parte di quello che è chiamato Terzo settore poiché è un settore che si situa tra lo Stato e il mercato, permettendo agli enti no profit di godere di un particolare statuto fiscale fatto di agevolazioni e incentivi maggiorati. Anche le Associazioni sportive dilettantistiche possono essere iscritte al registro degli Enti del Terzo settore e quindi soggetti ad una serie di normative riguardanti i rapporti di lavoro, la trasparenza dei bilanci o l’assicurazione dei volontari ma anche beneficiare di agevolazioni finanziarie e numerosi vantaggi economici.

In Italia sono molte le associazioni dilettantistiche che si configurano come no profit. L’organo di riferimento garante per essere riconosciute come tali è il CONI, che controlla che le associazioni non perdano il valore di Ente non commerciale. Il CONI si configura come l’unico ente nazionale in grado di assicurare l’unicità dell’ordinamento sportivo nazionale.

Per aprire un’associazione no profit sportiva, più precisamente chiamata Associazione Dilettantistica Sportiva (ADS), il primo passo è quello di stabilire gli scopi dell’associazione in modo chiaro e stilare uno Statuto di etica e fini. Inoltre è necessario disporre di almeno 3 soci fondatori iniziali che andranno a costituire il primo nucleo dell’Organo direttivo.

Il passo successivo, è quello di scegliere una sede per scopo legale che può essere in realtà anche indicata all’indirizzo di uno dei soci fondatori. Essa è indispensabile per poter iscriversi al registro delle Entrate che richiede un indirizzo per la registrazione ufficiale dell’associazione.

Sarà poi necessario richiedere l’iscrizione al registro della Federazione Sportiva nazionale di riferimento e poi procedere con l’iscrizione telematica al registro del CONI, da considerarsi quindi un modello di riferimento per quanto riguarda la conformazione a regole e norme. Senza entrambe queste iscrizioni l’associazione non potrà accedere alle agevolazioni fiscali ed essere considerata un Ente del Terzo settore. Da sottolineare inoltre che nel caso di un’organizzazione no profit a fini sportivi bisognerà obbligatoriamente citare il termine ‘dilettantistico’ nella denominazione sociale al momento dell’iscrizione, poiché lo scopo primario di una qualsiasi associazione no profit sportiva è quello di promuovere l’attività sportiva a livello amatoriale.

In una no profit in generale vi si trovano tre principali organi amministrativi: un’assemblea di soci, un presidente e un organo direttivo. L’assemblea dei soci avrà la principale funzione di elezione dell’organo direttivo mentre quest’ultimo sarà l’attuale strumento di amministrazione e direzione dell’associazione. Il presidente, invece, funge da rappresentanza legale e vigila sulla messa in pratica delle norme decise dall’assemblea dei soci e dall’organo direttivo.

In una associazione dilettantistica sportiva però vi sono alcune figure indispensabili in aggiunta ai generali tre organi di gestione: esse riguardano essenzialmente le figure in campo di salute e sicurezza come la nomina obbligatoria di un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), ruolo che può essere ricoperto da un RSPP esterno incaricato dall’associazione oppure da qualsiasi membro già facente parte di uno dei tre organi principali purché avente partecipato a un previo corso di formazione specifica.

Infatti non e’ da sottovalutare negli enti no profit sportivi la gestione degli aspetti di sicurezza, anzi diventa strettamente indispensabile aderire a determinate misure di salute e sicurezza. In particolare si sottolinea la necessità di individuare e valutare i rischi connessi all’esecuzione delle attività di supporto alla pratica sportiva ed elargire un documento di valutazione di rischi. Inoltre bisogna individuare all’interno dell’organizzazione dei soggetti con compiti specifici, con particolare riguardo alla sicurezza e salute, come l’addetto al primo soccorso, alla gestione emergenze e all’antincendio.

Altra caratteristica propria delle sole associazioni dilettantistiche sportive è la nomina dei cosiddetti preposti, come per esempio gli allenatori, che per considerarsi tali dovranno sostenere un appropriato corso di formazione. In alcuni specifici casi e’ perfino necessario nominare il medico competente.
Insomma, nell’ambito delle associazioni dilettantistiche sportive, non e’ da dimenticare la parola sicurezza e la cura nelle nomina di diverse figure specifiche come istruttori e allenatori.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati