Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CALCIO – Grande successo nel “Raduno Internazionale”. Leghissa: “Una vetrina prestigiosa per i ragazzi”

Grande successo per il Primo Raduno Internazionale, svoltosi al “Bianco” di Gallipoli il 31 maggio e ancora 1 e 2 giugno scorsi. Una vetrina prestigiosa per molti ragazzi, giunti da tutta Italia e dall’estero, che hanno messo in mostra le proprie qualità davanti agli occhi esperti di osservatori e addetti ai lavori.

Promotore dell’evento Max Leghissa, attuale osservatore del settore giovanile della Triestina Calcio e opinionista di TeleRama, che in esclusiva per SalentoSport ci racconta questi giorni di full immersion nel mondo dei giovani e del pallone: “Il rapporto di collaborazione con Giorgio Bisson prevede uno stage presso la sua Football Academy di Valbonne (a Cannes, ndr) dei calciatori più interessanti visti al raduno. Ciò vuol dire che quasi tutti i ragazzi avranno una sistemazione adeguata,visto anche l’alto livello di qualità. Per la realizzazione e il successo del raduno ringrazio oltre al già citato Giorgio Bisson, Orazio Buonasera osservatore siciliano di grande spessore, Nino Marra collega capace ed attento talent scout e Cristian Minardi preparatore dei portieri di Ravenna”.

Tra i piccoli campioncini si sono distinti Matthew Assez (classe ’93, di proprietà del Frejus) che ha attirato le attenzioni di Taranto, Nocerina e Triestina e proprio con gli alabardati il ragazzo francese si aggregherà per il ritiro, e ancora Anthony Smith (’92) verso cui si sono mosse Carpi e alcune compagini di Serie D. Alla Triestina anche il giovanissimo Cris Pierzchala (’94), centrocampista canadese. Sempre gli alabardati, oltre al Como, hanno messo gli occhi sull’esterno Nicolas Bizi (’94). Seny Diediou (’84), il più noto ed esperto calciatore presente al raduno, ha varie proposte, una anche dalla Cina. In odore di palcoscenici importanti anche Bernard, Castro, Sacco, Chiappetta, Leone, Palombella, Corrado e Gianfreda. Tutti giovani nati dal ’93 al ’96.